Svizzera, 30 novembre 2021

"No al secondo miliardo di coesione all'UE"

Strada in salita per il secondo miliardo di coesione, dopo che la commissione delle finanze del Consiglio nazionale (CPE-N) ha deciso contro un secondo versamento a Bruxelles con 14 voti a 11. La proposta sarà esaminata mercoledì dal Consiglio nazionale nell'ambito della discussione sul bilancio federale 2022. Il comitato ha detto in una nozs che "cercare l'accesso ai programmi di ricerca europei attraverso un contributo finanziario è un'illusione e potrebbe essere male interpretato". "Inoltre, pagare un miliardo di franchi in un momento di incertezza di bilancio generato dalla pandemia Covid-19 è inappropriato e rischioso", continua. E anche dal punto di vista diplomatico, la commissione non
è convinta: "questa proposta potrebbe indebolire la posizione del Consiglio federale nei futuri negoziati e alla fine rivelarsi controproducente", conclude la nota.

La commissione di politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N) aveva deciso il 22 novembre di raddoppiare il miliardo di coesione con un credito supplementare di 950 milioni con la condizione che la Svizzera deve poter partecipare ai programmi europei in corso entro la metà del 2022, tra cui il programma di promozione della ricerca e dell'innovazione Horizon Europe, che ha un budget di quasi 100 miliardi per il periodo 2021-2027, e il programma di scambio di studenti Erasmus+. Il comitato si era espresso a favore con 15 voti contro 9.

Guarda anche 

Macron indagato per finanziamento illecito della campagna elettorale

La Procura Nazionale delle Finanze (PNF) ha annunciato giovedì di aver aperto due inchieste giudiziarie in ottobre con l'accusa di "non conformit&agrav...
25.11.2022
Mondo

Successione Maurer, l'UDC propone Albert Rösti e Hans-Ueli Vogt

In una riunione tenutasi venerdì a Hérémence (VS), i membri del gruppo UDC alle Camere federali hanno deciso di candidare Albert Rösti (BE) e...
19.11.2022
Svizzera

"Le donne non vogliono mica essere elette solo perché sono donne”

"Le donne non vogliono mica essere elette solo perché sono donne, no?” È la domanda retorica posta dall'ex Consigliere federale Moritz Leu...
17.11.2022
Svizzera

Quando la Champions League fa piangere le big…

LUGANO – I due giorni di Champions League hanno emesso i loro verdetti e, per alcuni, sono stati amari. Amarissimi. La fase a gironi della massima competizione euro...
27.10.2022
Sport