Svizzera, 27 dicembre 2018

Per l'ex presidente della Banca nazionale la Svizzera non deve firmare l'accordo quadro, "il tempo gioca a nostro favore"

L'ex presidente della Banca nazionale svizzera Philipp Hildebrand (nella foto) vede grandi difficoltà politiche nella ratifica dell'accordo quadro con l'UE, in particolare a causa della protezione dei salari e dell'immigrazione. In un'intervista rilasciata al gruppo Tamedia, il capo della BNS dal 2010 al 2012 ha criticato la strategia del governo. "Sono un po 'sorpreso che il Consiglio federale abbia pubblicato questo documento senza molte spiegazioni. Non prendere posizione non è certamente un'opzione per il futuro. "

Come è successo con la Brexit, Philipp Hildebrand ritiene che sia possibile che Berna e Bruxelles non possano arrivare a un accordo. Per lui la Svizzera deve "prepararsi per il peggior scenario di una rottura con l'UE". Non possiamo semplicemente supporre che sarebbe una buona cosa se la Svizzera respingesse l'attuale accordo quadro, continua.

"Il tempo gioca a favore della Svizzera"

L'ex presidente della BNS sottolinea, tuttavia, che il tempo gioca a favore di Berna, poiché l'UE ha gli stessi problemi della Svizzera. "Gli europei stessi scoprono che ci sono aziende straniere con salari estremamente bassi in concorrenza con le compagnie nazionali. Questo tema tornerà sul tavolo " afferma.

Ritiene inoltre che la questione se gli immigrati possano beneficiare immediatamente dell'assistenza sociale e il modo in cui viene controllata l'immigrazione sarà probabilmente regolata nuovamente nell'UE in senso restrittivo e a quel punto la Svizzera potrà chiedere le stesse misure valide per gli altri paesi UE.

Guarda anche 

"In Europa i musulmani trattati come gli ebrei negli anni 30", continua la rissa verbale tra Erdogan e Macron

Continua la “rissa verbale” tra il presidente turco Recep Erdogan e i capi di stato europei, in primis Emmanuel Macron, in un contesto sempre più teso ...
27.10.2020
Mondo

"L'accordo quadro è un trattato di sottomissione"

L'UDC, riunito sabato in assemblea online, non vuole un accordo quadro con l'Unione europea e lo combatterà con tutte le sue forze. I delegati hanno infatt...
25.10.2020
Svizzera

Tutti in curva senza mascherina e senza distanze: la Uefa pronta a intervenire

RENNES (Francia) – Ne avevamo parlato anche noi in settimana, chiedendoci qual è il giusto comportamento da adottare negli stadi: se chiudere le porte agli s...
25.10.2020
Sport

Ci risiamo: il Covid ferma i campionati, ma in Europa si va avanti

PRAGA (Rep. Ceca) – Nella giornata di ieri la FTC ha deciso di sospendere fino al 12 novembre ogni competizione, campionato o coppa che sia: una decisione che era o...
22.10.2020
Sport