Sport, 23 settembre 2021

Macché pena soft. "Si prospettano sanzioni pesanti". Semine-Locarno, la parola all’avvocato

L’avvocato della FTC, Andrea Rotanzi, dovrà istruire l’inchiesta e redigere il rapporto da sottoporre alla Sezione Disciplinare: “In 10 giorni speriamo di chiudere la situazione”

GIUBIASCO – Ci vorrà del tempo, bisognerà attendere ancora qualche giorno per capire quali saranno le sanzioni per quanto avvenuto sul campo Semine di Bellinzona lo scorso weekend, durante la sfida di Terza Lega Gr. 2 tra i padroni di casa e il Locarno. Calci, pugni, una bagarre da saloon che ha portato alla logica sospensione del match, alla presa di posizione di entrambe le società, all’allontanamento del calciatore che si è reso protagonista dell’inizio della rissa, al blocco delle partite per entrambe le squadre per le prossime due settimane e all’apertura dell’inchiesta da parte della FTC per poi infliggere le relative sospensioni.
 
 
Un’inchiesta che dovrà essere aperta e istruita dall’avvocato Andrea Rotanzi che, poco fa, è intervenuto ai nostri microfoni, spiegandoci la situazione e cosa dovremo attenderci nei prossimi giorni. “Il mio compito è quello di raccogliere le prove da consegnare poi alla Sezione Disciplinare della FTC – ha esordito – Per poter poi dire e spiegare cosa è realmente successo. Non sarò io a definire la durata delle squalifiche che verranno combinate, ma darò alla Disciplinare le basi per poi prendere le decisioni più consone e giuste”.
 
 
Quando si tratta di un pugno a un arbitro si parla di 24 mesi di squalifica. Qui non è successo, ma ci sono stati calci, pugni, menti tagliati. È possibile in linea di massima poter già capire a quale sanzione andranno incontro i protagonisti di quanto avvenuto?
I fatti sono gravi, non possiamo negarlo, sono anche dei fatti oggettivi soprattutto perché c’è un video che mostra abbastanza bene cosa è successo e dovrò analizzarlo. Le società hanno preso posizione, ma non posso sbilanciarmi in merito alla durata della squalifica per diversi motivi: l’inchiesta non è di certo chiusa, ci sono dei passaggi che devono ancora essere percorsi, ma posso dire che non essendo stato toccato l’arbitro la mia inchiesta resterà soltanto alla FTC, in caso contrario sarebbe stata presa in carico e analizzata anche a Berna, all’ASF. In tutti i casi la sanzione si prospetta pesante.
 
 
Ha parlato di passaggi da dover ancora percorrere… quali sono?
Il mio compito è quello di redigere un rapporto d’inchiesta, dovrò ascoltare i giocatori, le società, coloro che erano presenti al campo e, come detto prima, analizzare i video di quanto avvenuto. Tutti verranno convocati e, visto l’ingente numero di persone, suppongo che ci vorranno almeno un paio di serate per ascoltarli tutti come è giusto che sia e come meritano.
 
 
Quanto dovremo attendere perché si arrivi alle sanzioni?
Penso e spero che per la fine della prossima settimana risolveremo la situazione. Ci sono dei tempi tecnici, siamo comunque limitati dal fatto che le due società dovranno tornare in campo. Certo per le prossime due settimane non disputeranno le loro partite, ma in vista del loro ritorno alle competizioni le sanzioni dovranno essere emesse.
 
 
La vostra è un’inchiesta limitata all’ambito sportivo, ma essendoci stata una colluttazione, il tutto potrebbe sfociare nel penale? Con tutto un altro iter da seguire?
Esatto in quel caso l’iter sarebbe diverso, ovviamente l’inchiesta sportiva può portare a quella penale se qualcuno lo richiedesse, in caso di lesioni o altro. Ma per andare sul penale ci vogliono lesioni importanti. In ogni caso, si dovrebbe fare un processo. Per quanto ci riguarda, anche per quanto concerne le sanzioni, è importante che ci sia collaborazione da parte di tutti, specie dei protagonisti della vicenda: è un obbligo del tesserato collaborare in sede d’inchiesta e non farlo sarebbe un’aggravante non di poco conto.

Sondaggio

Calcio violento: cosa fare?

Gli avvenimenti dello scorso weekend, durante Semine-Locarno, hanno lasciato tutti a bocca aperte. Come dovrebbe comportarsi la Federazione?
Bisogna usare il pugno duro: i giocatori vanno squalificati a vita
Un anno di stop sarebbe sufficiente: i responsabili avrebbero il tempo di ripensare a quanto fatto
Bisogna intervenire, ma bisogna prima capire da dove nascono questi atteggiamenti

Guarda anche 

Tifoso dell'Italia condannato per aver festeggiato "troppo" la vittoria nella semifinale degli europei

La vittoria dell'Italia contro la Spagna nella semifinale degli Europei di calcio il 6 luglio scorso ha portato ad una condanna penale a Martigny, nel canton Vallese....
16.10.2021
Svizzera

Un ex Lugano positivo al covid

SALERNO (Italia) – Il suo addio al Lugano, in direzione Empoli, non era stato esattamente idilliaco. C’erano stati alcuni battibecchi tra il giocatore, il suo...
17.10.2021
Sport

Calcio in faccia sul campo di 4a Lega: kosovaro condannato a 30 mesi di carcere, ma non espulso

GINEVRA – Vi avevamo raccontato nel 2018 di quanto avvenuto su un campo di calcio del Canton Ginevra, in occasione della sfida tra Versoix e FC Kosova: una vera e p...
15.10.2021
Sport

“È come se mi avessero tolto l’aria. 5 anni di squalifica… sono troppi”

LOCARNO – 5 anni di squalifica. Questa la decisione presa dalla Disciplinare della FTC nei confronti di Saverio Manfreda, reo dei fatti accaduti lo scorso mese dura...
14.10.2021
Sport