Svizzera, 21 maggio 2021

Sommaruga voleva rimpatriare una jihadista, ma il Consiglio federale gli dice no

Il Consiglio federale boccia la richiesta del consigliere agli Stati Carlo Sommaruga (PS) di consentire il rimpatrio dalla Siria di una combattente jihadista cui è stato revocato il passaporto elvetico. “La protezione e la sicurezza della popolazione svizzera – si legge nella risposta all’interpellanza di Sommaruga – hanno la precedenza sugli interessi individuali”.

Sommaruga chiedeva di consentire il rimpatrio delle “spose dell’ISIS” partendo dal caso di una donna con passaporto svizzero e francese che nel 2016 era partita da Ginevra con le figlie per andare a combattere con l’ISIS, dove ha poi sposato un combattente jihadista.

Nel gennaio 2020 la Segreteria di Stato della migrazione (SEM) aveva preso la rarissima decisione di revocare il passaporto svizzero alla donna, considerandola un pericolo per la sicurezza nazionale.

Il consigliere agli Stati socialista però ha continuato a battersi affinché la donna e le due figlie potessero tornare in
Svizzera. “La Commissaria per i diritti umani presso il Consiglio d'Europa – ha scritto Sommaruga nella sua interpellanza - ha esortato gli Stati membri, tra cui la Svizzera, ad adottare tutte le misure necessarie per rimpatriare d'urgenza i loro cittadini minorenni che vivono nel campo di Al-Hol e a prevedere anche il rimpatrio delle rispettive madri, in virtù del principio dell'interesse superiore del minore sancito dalla Convenzione dell'ONU sui diritti del fanciullo”.

Ma il Consiglio federale non segue le argomentazioni di Sommaruga. Nella sua risposta, il governo afferma che un rimpatrio delle due figlie minorenni potrebbe essere preso in considerazione nell’interesse di queste ultime. Per quanto riguarda la madre, invece, non se ne parla.

“Esempi concreti di altri Paesi mostrano che è possibile rimpatriare minori nei loro Paesi di origine senza i genitori – conclude il Consiglio federale - ma con il consenso della madre o per ragioni umanitarie”.

Guarda anche 

Arrivano le multe per chi riscalda troppo la casa?

Tre settimane fa, il Consiglio federale aveva presentato il suo piano d'azione contro il rischio di carenza energetica. Per evitare un blackout, le famiglie sono s...
23.09.2022
Svizzera

Il servizio militare potrebbe diventare obbligatorio anche per le donne

Nel prossimo futuro le donne potrebbero essere obbligate a prestare servizio militare. Il Consiglio degli Stati ha infatti approvato tacitamente un rapporto sui proble...
22.09.2022
Svizzera

"Sull'elettricità il Consiglio federale sta dormendo"

Di fronte al rischio di penuria di energia elettrica il Consiglio federale sarebbe troppo fiducioso e le misure finora adottate non sarebbero sufficienti. È que...
18.09.2022
Svizzera

Berna presenta la nuova legge sul CO2, "senza nuove tasse"

Dopo aver messo in consultazione, lo scorso dicembre, la nuova legge sul CO2 il Consiglio federale ha presentato venerdì la versione finale della legge respinta...
17.09.2022
Svizzera