Mondo, 21 marzo 2019

Libertà sul web, sciopero di Wikipedia contro la direttiva UE sui diritti d'autore

Tedeschi, cechi e danesi che desiderano consultare questo giovedì Wikipedia dovranno portare pazienza per 24 ore. In effetti, i tre siti sono in sciopero e altre pagine della celebre enciclopedia online potrebbero unirsi alla protesta. In causa, una legge in discussione al parlamento europeo che porterebbe a regole severe sulla condivisione di contenuti online (vedere articoli correlati).

Gli amministratori hanno deciso di bloccare le loro pagine per protestare contro la direttiva europea sui diritti d'autore che sarà votata il 25 marzo. L'enciclopedia online è contraria all'articolo 11, ma in particolare al controverso articolo 13. Questo implica l'istituzione di un sistema di filtraggio per impedire automaticamente il caricamento online di contenuti soggetti a copyright.

Un'esenzione è prevista per i progetti non commerciali, quindi anche per Wikipedia e i suoi progetti correlati. Ad essere colpiti dalla nuovalegge in particolare gli utenti di YouTube che vivono di introiti pubblicitari mentre utilizzano spesso contenuti o musica che non appartengono a loro, spiega il sito Numerama. La Wikimedia Foundation lo sa ma ha scelto di non combattere solo per i suoi interessi.



"La riforma prevista potrebbe comportare una considerevole limitazione della libertà del web", spiega Wikipedia sul suo sito tedesco. "Anche le piattaforme più piccole dovrebbero impedire la violazione dei diritti d'autore da parte dei loro utenti (articolo 13), che in pratica sarebbe possibile solo attraverso filtri di download che potrebbero portare a errori e abusi" lui continua.

Inoltre, "tutti i siti web dovrebbero acquisire licenze per brevi estratti di testi di prodotti per la stampa al fine di conformarsi a un nuovo copyright (articolo 11)", critica Wikipedia. Entrambi potrebbero minare significativamente la libertà di espressione, la libertà delle arti e la libertà di stampa, afferma l'enciclopedia online.

La legge in discussione ha suscitato preoccupazione in particolare nei paesi tedescofoni (Germania, Austria e perfino in Svizzera) con manifestazioni che hanno interessato le principali città tedesche nelle ultime settimane. Nel resto del continente, curiosamente, la legge, nonostante la sua notevole portata, sembra essere quasi del tutto ignorata. Quali conseguenze possa avere tale legge per la Svizzera quale paese non UE, non è ancora chiaro.

Guarda anche 

Nuova tassa di posteggio per i mezzi di trasporto a due ruote. Sanvido "Non riesco a capire in quale direzione vuole andare il Municipio"

Dal prossimo anno i comuni potranno introdurre dei tariffari di posteggio anche per i mezzi di trasporto a due ruote.Sono assolutamente contrario all’introduzione d...
14.07.2020
Opinioni

La polizia inglese arresta un dodicenne per aver insultato un giocatore di calcio professionista

La polizia delle West Midlands, in Inghilterra, ha fatto sobbalzare più di una persona sui social media dopo che ha annunciato con orgoglio di aver arrestato un ra...
14.07.2020
Mondo

Lugano da pazzi: 15’ di follia che costano punti e serenità

LUCERNA – È proprio vero. Il calcio è strano, il calcio è vario, il calcio è bello perché in pochi istanti può cambiare tu...
13.07.2020
Sport

Coronavirus: lo Zurigo fa tremare la Super League. Rischio fallimento?

ZURIGO – Si sta allargando a macchia d’olio la presenza del COVID-19 nel massimo campionato svizzero di calcio – e non solo, visto che anche la Challeng...
12.07.2020
Sport