Sport, 24 giugno 2018

Xhaka-Shaqiri rischiano 2 giornate di squalifica!

Se la FIFA dovesse stabilire che i due giocatori abbiano esultato con l’Aquila bicipite per provocare i tifosi serbi potrebbero rischiare questa sanzione per via dell’articolo 54 del Codice Disciplinare

TOGLIATTI (Russia) – Non resta che aspettare, non resta che attendere che la FIFA faccia le sue indagini e concluda il provvedimento che è stato aperto ieri nei confronti di Granit Xhaka e Xherdan Shaqiri per le esultanze – con tanto di Aquila bicipite – esibite dopo le reti realizzate contro la Serbia venerdì sera a Kaliningrad.

Sono diverse le supposizione in merito alle sanzioni che i due giocatori potrebbe subire: una multa? Una squalifica? Tutto è possibile, ma spulciando all’interno del Codice Disciplinare della UEFA (lo ha fatto con precisione la BBC), esiste un articolo – il numero 54 – che chiarisce quali potrebbero essere le conseguenze per Xhaka e Shaqiri: “Chiunque provochi il pubblico durante una partita sarà sospeso per due partite e sanzionato con una multa minima di 5'000 franchi”!.

Ecco dunque che i due giocatori rossocrociati, nel caso venissero ritenuti colpevoli di provocazione nei confronti dei tifosi serbi, verrebbero automaticamente squalificati per due giornate. Salterebbero quindi Svizzera-Costa Rica e l’eventuale ottavo di finale: un bel guaio!

La FIFA, però, dovrebbe convocare degli esperti che possano giudicare e analizzare le due esultanze, per cercare di capire se possano essere considerate delle provocazioni.

Guarda anche 

Da Erdogan alla Siria, al calcio: il saluto militare dei giocatori turchi

ISTANBUL (Turchia) – Per ora il gesto non viene condannato, ma la Uefa ha deciso di indagare su quanto avvenuto a Istanbul, al termine del match vinto per 1-0 dalla...
14.10.2019
Sport

Maledizione, Schmeichel! Svizzera, ora c’è la partita della vita

COPENAGHEN (Danimarca) – Evidentemente se non ci complichiamo la vita non siamo contenti! Così come nel match di andata contro la Danimarca avevamo sciupato ...
13.10.2019
Sport

Dai guanti e il caschetto… alla maschera e i pattini: Cech diventa portiere… di hockey

GUILDFORD (Gbr) – Si è ritirato lo scorso maggio dopo aver perso la finale di Europa League col suo Arsenal contro il Chelsea, è stato per anni uno de...
10.10.2019
Sport

Renzetti scopre le carte: “Mai cercato il post Celestini. Junior? Era tutto fatto col Basilea”

LUGANO – Sembrava essere diventato nero, cupo e incredibilmente scuro il cielo sopra Cornaredo e sopra la testa di Fabio Celestini ma, come spesso accade nel calcio...
08.10.2019
Sport