Svizzera, 13 giugno 2024

Primo giro di vite agli Statuti S dei rifugiati ucraini

I richiedenti l'asilo ucraini potrebbero presto subire delle prime restrizioni da quanto è stato introdotto lo Statuto S A loro favore. Il Consiglio degli Stati ha infatti accolto con 29 voti favorevoli e 11 contrari la mozione di Benedikt Würth (Centro/SG) che chiedeva di adeguare lo statuto di protezione S.

La mozione accolta chiede che questo statuto venga revocato (o non rinnovato) se un beneficiario di Statuto S lascia la Svizzera per 14 giorni, ad esempio, se ha beneficiato di un aiuto al ritorno o se ha ottenuto lo statuto S in modo improprio. “Attualmente succede che le persone rinunciano allo statuto S, beneficiano dell’aiuto al ritorno e dopo poche settimane ritornano in Svizzera, dove ottengono nuovamente lo statuto. Questo turismo non può essere tollerato”, ha affermato. Soprattutto “poiché la popolazione è sempre meno favorevole allo statuto S”.



Anche Pascal Broulis (PLR/VD) nota che la preoccupazione cresce. "Con più di 60'000 persone in Svizzera, ciò genera tensioni", ha affermato e cita ad esempio le targhe delle auto ucraine che danno fastidio. “Da 10'000 a 12'000 persone potrebbero adempiere ai loro obblighi militari in Ucraina. "Perché sono qui e non difendono il loro paese?", dice l'eletto.

Il ministro della Giustizia Beat Jans ha condiviso queste preoccupazioni. Secondo lui, però, la legislazione attuale soddisfa già le esigenze della mozione. “La protezione temporanea termina già oggi se le persone da proteggere hanno spostato il centro della loro vita all’estero. La Segreteria di Stato della migrazione può già revocare lo status S quando una persona bisognosa di protezione ha soggiornato più volte o per un lungo periodo nel proprio Paese d’origine”. Invano. Il Consiglio Nazionale deve ancora decidere.

Guarda anche 

Zelensky avrebbe cercato di impedire l'elezione di Berset a Segretario del Consiglio d'Europa

"L'Ucraina sarà la prima priorità", aveva promesso Alain Berset dopo la sua elezione settimana scorsa a Segretario generale del Consiglio d...
02.07.2024
Svizzera

Una Commissione del Consiglio degli Stati si oppone al Patto sulla migrazione dell'ONU

La Svizzera non deve ratificare il Patto globale sulla migrazione delle Nazioni Unite. La Commissione per la politica estera del Consiglio degli Stati ha ripreso l'es...
22.06.2024
Svizzera

Il Consiglio degli Stati non vuole che la Svizzera rispetti la sentenza della CEDU sul clima

Mercoledì il Consiglio degli Stati ha adottato con 31 voti favorevoli e 11 contrari una dichiarazione critica che condanna la Confederazione per l'inazione sul...
06.06.2024
Svizzera

Il Consiglio federale vuole far inscrivere i rifugiati ucraini alla disoccupazione

Il Consiglio federale si è posto l'obbiettivo di raggiungere un tasso occupazione del 40% per i beneficiari dello statuto S entro la fine dell'anno. Un obb...
09.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto