Ticino, 25 agosto 2022

"Quali benefici per Lugano dalla riforma dell'imposta preventiva?"

La città di Lugano potrebbe beneficiare dalla riforma dell'imposta preventiva su cui si voterà il prossimo 25 settembre? È quello che chiedono sette consiglieri comunali della Lega dei Ticinesi (primo firmatario Andrea Sanvido) in un'interrogazione all'indirizzo del municipio. Questa riforma, secondo l’Amministrazione federale delle contribuzioni, potrebbe ridurre i costi dovuti agli interessi per le collettività pubbliche, scrivono gli interroganti. Ciò comporterebbe un risparmio stimato in Svizzera di 200 milioni di franchi per Confederazione, Cantoni e Comuni.

Dato che la Città di Lugano ha emesso finora obbligazioni per 600 milioni di franchi "una riduzione dei tassi di interessi avrebbe chiaramente effetti positivi per la Città. Il finanziamento del debito pubblico o di futuri investimenti, come ad esempio il PSE, potrebbero essere almeno in parte finanziati con l’emissione di obbligazioni a tassi di interesse più vantaggiosi".



Per questo gli interroganti chiedono in quale misura la città di Lugano potrebbe beneficiare dalla riforma dell’imposta preventiva e se il municipio considera l’emissione di nuove obbligazioni come uno strumento importante per finanziare i futuri investimenti infrastrutturali.

Di seguito il testo integrale dell'interrogazione:


Interrogazione

Oneri sugli interessi e obbligazioni della Città di Lugano: il Comune potrebbe beneficiare dalla riforma dell’imposta preventiva?

Il 25 settembre voteremo a livello federale sulla modifica della legge federale sull’imposta preventiva. Attualmente, a causa di questa trattenuta alla fonte sugli interessi, molte società svizzere emettono le loro obbligazioni all’estero laddove le condizioni sono migliori. Ciononostante per gli enti pubblici che si finanziano con l’emissione di obbligazioni in Svizzera, come è il caso della Città di Lugano, i costi di finanziamento sono generalmente più elevati.

Secondo l’Amministrazione federale delle contribuzioni, la riforma dell’imposta preventiva potrebbe ridurre i costi dovuti agli interessi per le collettività pubbliche. Un’analisi pubblicata dall’amministrazione federale valuta una riduzione da 5 a 15 punti base dei tassi di interesse. Ciò comporterebbe un risparmio stimato in Svizzera di 200 milioni di franchi per Confederazione, Cantoni e Comuni.

La Città di Lugano ha emesso finora obbligazioni per 600 milioni di franchi (fonte: SIX). Una riduzione dei tassi di interessi avrebbe chiaramente effetti positivi per la Città. Il finanziamento del debito pubblico o di futuri investimenti, come ad esempio il PSE, potrebbero essere almeno in parte finanziati con l’emissione di obbligazioni a tassi di interesse più vantaggiosi.

Considerate queste premesse, chiediamo dunque all’Onorevole Municipio:

  1. Utilizzando i dati dell’AFC come base di calcolo, in quale misura la Città di Lugano potrebbe beneficiare dalla riforma dell’imposta preventiva?

  2. La diminuzione degli interessi permette di finanziare importanti investimenti pubblici a un costo minore. La Città di Lugano considera l’emissione di nuove obbligazioni come uno strumento importante per finanziare i futuri investimenti infrastrutturali?

 

Ringraziando per l’attenzione e nell’attesa di una vostra cordiale risposta, cogliamo l’occasione per porgere i nostri cordiali saluti.

Andrea Sanvido, primo firmatario

Luisa Aliprandi

Boris Bignasca

Lukas Bernasconi

Marco Bortolin

Nicholas Marioli

Lucia Minotti

Michael Nyffeler

Consiglieri Comunali Lega dei Ticinesi


Guarda anche 

Pause prolungate per la mobilitazione dei docenti, "è stata informazione non propaganda"

Giovedì il Consiglio di Stato ha risposto a un'interrogazione del deputato leghista Massimiliano Robbiani che criticava una lettera del plenum dei docenti dell...
26.11.2022
Svizzera

Lugano, eccoti la pausa più dolce possibile

LUGANO – YB 35 punti. Servette, secondo, 25. La classifica di Super League, per quanto concerne la lotta per il titolo, sembra bella che impacchettata: andare a pre...
14.11.2022
Sport

Prima di Steffen ci fu Vivas: ma sono già passati 24 anni

LUGANO - Prima di Renato Steffen, chiamato da Murat Yakin per gli imminenti Mondiali del Qatar, chi è stato l’ultimo bianconero ad essere convocato per ...
14.11.2022
Sport

Ribattere il Winterthur e poi tutti in pausa felici

LUGANO - Pausa: Il campionato del Lugano - e delle altre 9 compagini di Super League - termina oggi. Alle 16.30 a Cornaredo si rivede il Winterthur, già ...
13.11.2022
Sport