Mondo, 17 giugno 2022

"Sosteniamo la candidatura dell'Ucraina all'UE"

I presidenti di Germania, Francia, Romania e Italia sostengono la candidatura UE dell'Ucraina. "Tutti e quattro sosteniamo lo status di candidato immediato all'adesione", ha dichiarato il presidente francese Emmanuel Macron, dopo i colloqui con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, accompagnato dal cancelliere tedesco Olaf Scholz, dal primo ministro italiano Mario Draghi e dal presidente rumeno Klaus Iohannis.

"Questo status sarà accompagnato da una tabella di marcia e comporterà anche la presa in considerazione della situazione nei Balcani e nel vicinato, in particolare in Moldavia", ha aggiunto, durante una conferenza stampa tenutosi nei giardini del palazzo presidenziale ucraino.



L'Italia "vuole l'Ucraina nell'Unione Europea", ha dichiarato Mario Draghi, "vuole che l'Ucraina abbia lo status di candidato e sosterrà questa posizione al prossimo Consiglio europeo", ha aggiunto.

Ma ha lasciato intendere che la strada per l'adesione potrebbe essere lunga. "Il percorso da candidato a membro (dell'UE) è un percorso, non un punto fisso", ha sottolineato.

Emmanuel Macron ha assicurato ancora una volta al suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky: "L'Europa è al vostro fianco e lo sarà per tutto il tempo necessario".

I leader dell'UE dovranno decidere al vertice del 23-24 giugno se concedere all'Ucraina lo status di candidato, primo passo di un processo negoziale che potrebbe durare anni. La Commissione dovrà presentare la sua raccomandazione venerdì.

L'Ucraina è "pronta" a lavorare per diventare un "membro a pieno titolo" dell'Unione Europea, ha dichiarato giovedì il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky in una conferenza stampa a Kiev insieme ai suoi omologhi tedesco, francese, italiano e rumeno.

"Gli ucraini si sono già guadagnati il diritto di intraprendere questo percorso e di ottenere lo status di candidato" all'adesione, ha aggiunto Volodymyr Zelensky dopo i colloqui con Scholz, Macron, Draghi e Iohannis.

Guarda anche 

“La guerra in Ucraina ha mostrato la debolezza dell'UE”

Il primo ministro finlandese Sanna Marin ha dato venerdì una valutazione "molto onesta" delle capacità dell'Europa di fronte alla guerra de...
03.12.2022
Mondo

Macron indagato per finanziamento illecito della campagna elettorale

La Procura Nazionale delle Finanze (PNF) ha annunciato giovedì di aver aperto due inchieste giudiziarie in ottobre con l'accusa di "non conformit&agrav...
25.11.2022
Mondo

I Verdi vogliono regalare delle turbine previste per la Svizzera all'Ucraina

Alla fine di settembre, il Consiglio federale ha deciso di costruire una centrale elettrica di emergenza a Birr (AG) per un costo di 470 milioni di franchi. La central...
21.11.2022
Svizzera

Successione Maurer, l'UDC propone Albert Rösti e Hans-Ueli Vogt

In una riunione tenutasi venerdì a Hérémence (VS), i membri del gruppo UDC alle Camere federali hanno deciso di candidare Albert Rösti (BE) e...
19.11.2022
Svizzera