Magazine, 17 dicembre 2021

«Merry Christmas»: all’asta il primo sms della storia. Il ricavato per i rifugiati

Ormai tutti, o quasi, usiamo Whatsapp o altre app di messaggistica, che sono veloci, intuitive, carine e soprattutto gratuite. Ma i più “anziani” si ricorderanno sicuramente che tra gli anni 90 e per il primo decennio del 2000, queste applicazioni non esistevano e per comunicare si usavano principalmente gli squilli sul cellulare o gli sms: per chi aveva l’abbonamento più fornito erano illimitati, altrimenti nella bolletta mensile ve ne erano compresi un determinato numero. Superata quello soglia si pagava… e neanche poco.
 
 
Certo per i teenager tutto questo potrebbe assomigliare a un qualcosa che riguarda il Paleolitico, ma fidatevi… era esattamente così. E a proposito di sms, il primo della storia va all’asta come Nft, ovvero come un certificato digitale. Fu trasmesso da Vodafone il 3 dicembre 1992, attraverso la rete dell’azienda, e fu ricevuto da Richard Javis, dipendente della compagnia, durante una festa di Natale. Conteneva
solo 14 lettere: “Merry Christmas”.
 
 
A venderlo all’asta è l’agenzia francese Aguttes e l’acquirente potrà pagare la somma tramite Ethereum, una delle criptovalute più in voga, insieme ai Bitcoin. L’asta si terrà il 21 dicembre e Vodafone devolverà il ricavato all’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati.
 
 
“Il primo libro stampato, la prima telefonata, la prima email: tutte queste invenzioni hanno cambiato la nostra vita e la nostra comunicazione nel mondo. Questo primo sms ricevuto nel 1992 è una testimonianza storica del progresso umano e tecnologico. Ha trasmesso un messaggio di gioia, Buon Natale”, ha detto Maximilien Aguttes, responsabile della casa d’aste transalpina.
 
 
Il certificato Nft, ovvero un token, garantirà la titolarità di una replica unica e dettagliata del primo sms trasmesso.

Guarda anche 

Una Lamborghini messa all'asta dalla polizia fa sognare gli appassionati di auto sportive

Il prossimo sabato avrà luogo un'asta eccezionale organizzata dalla polizia di Basilea Campagna a Liestal. Le autorità cantonali hanno infatti messo in ...
24.04.2024
Svizzera

Swisscom acquisisce Vodafone Italia, "il rischio è che si dimentichi la Svizzera"

Swisscom ha annunciato ieri l'acquisizione di Vodafone Italia per otto miliardi di franchi e la successiva fusione dell'azienda con l'affiliata italiana Fastw...
16.03.2024
Svizzera

"La solita parzialità della RSI"

La trasmissione di Falò andata ieri in onda sulla RSI ha spinto la Lega dei Ticinesi a scrivere un comunicato su quanto riferito nel servizio. Incentrata sul tema ...
19.01.2024
Ticino

L'iniziativa "200 franchi bastano" ha il vento in poppa, secondo un sondaggio

L'iniziativa “200 franchi bastano”, che mira a ridurre il canone radiotelevisivo a 200 franchi, sarebbe largamente accolta dai votanti, secondo un sondagg...
07.10.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto