Ticino, 07 gennaio 2021

Coronavirus, Ticino al primo posto per tasso di incidenza

Il numero di test positivi al coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein è diminuito del 2,9% nella settimana fra il 28 dicembre e il 3 gennaio rispetto ai sette giorni precedenti. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), nel suo rapporto settimanale, precisa però che "durante le feste il comportamento della popolazione è cambiato e che questo ha influenzato i risultati".

Nella settimana in esame (la 53.esima dell’anno) i casi confermati in laboratorio sono stati 23.488, contro 29.441 la settimana prima. Il tasso di incidenza della malattia è rimasto praticamente stabile (271,1 casi su 100.000 abitanti, contro 279,9 la settimana prima). Il Ticino è il cantone dove è più elevato: 456 casi ogni 100.000 abitanti. Nei Grigioni il tasso è risultato invariato a 263,3 casi ogni 100.000 abitanti. Rispetto alla settimana 52, l’incidenza è aumentata di oltre il 10% in 9 cantoni, mentre in altri sei e nel principato del Liechtenstein è diminuita di oltre il 10%.

Negli 11 cantoni restanti le variazioni sono state inferiori a questa soglia. Nei sette giorni presi in considerazione sono stati eseguiti 149.703 tamponi (69% PCR e 31% test antigenici rapidi), il 27,5% in meno rispetto alla settimana precedente. A livello nazionale la percentuale di test positivi è stata del 16,8 %, in aumento se paragonata ai sette giorni precedenti (12,6%). Questa quota è cresciuta in tutti i cantoni, ad eccezione di Sciaffusa e Obvaldo, e nel Liechtenstein. In Ticino è passata in una settimana dal 18,7% al 21,6% e nei Grigioni dall’11,3% al 13,3%. Due terzi dei casi riguardavano persone di età compresa fra i 20 e i 59 anni.  Nella settimana 53 sono stati annunciati 824 ricoveri, ma l’UFSP prevede più annunci tardivi a causa delle festività. Il numero di pazienti nei reparti di cure intense è leggermente diminuito a 428. In calo anche il numero dei decessi, passato da 543 a 427. 

La mortalità rispetto alla popolazione varia molto a seconda dei cantoni: Giura, Appenzello interno, Obvaldo e Nidvaldo non hanno registrato nessuna vittima, mentre a Svitto la percentuale è stata di 10 morti ogni 100.000 abitanti. In Ticino questo indicatore si è attestato a 7,1 decessi su 100.000 abitanti e nei Grigioni a 2,5. Circa il 60% dei pazienti ricoverati aveva 70 anni o più e il 29% fra i 50 e i 69 anni. Rispetto alla loro percentuale sul totale della popolazione, gli ultraottantenni sono sovrarappresentati negli ospedali. Gli uomini vengono più spesso ricoverati rispetto alle donne.

Guarda anche 

Coronavirus, le disposizioni cantonali in Ticino sino al 28 febbraio

Dopo le decisioni del Consiglio federale, il Consiglio di Stato ha proceduto oggi a confermare le disposizioni cantonali in vigore per il periodo fra il 18 gennaio e il 2...
15.01.2021
Ticino

Da domani stop alle visite nelle case per anziani

L'hanno definita una delle decisioni più difficile da prendere di tutta la loro vita. E ora si trovano costretti a prenderla di nuovo, pur consapevoli dopo la ...
15.01.2021
Ticino

Tre dipendenti de La Posta all'ospedale con sintomi di intossicazione

La Polizia cantonale comunica che oggi verso le 11 presso il Centro logistico de La Posta in via Industrie a Cadenazzo vi è stato un infortunio sul lavoro. Tre dip...
15.01.2021
Ticino

Rapine ai distributori di Brusino Arsizio: estradato dall’Italia uno degli autori

Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale comunicano che è stato estradato uno degli autori delle tre rapine ai distributori di benzina di Brusino Arsizio av...
15.01.2021
Ticino