Ticino, 30 aprile 2020

"In Ticino domina la televisione di stato", denuncia la NZZ

La RSI è ridotta a portavoce del governo cantonale e non assume il suo ruolo di guardiano della democrazia, come dovrebbe fare ogni giornalista e testata mediatica. A sostenerlo è il quotidiano zurighese NZZ che in un articolo pubblicato il 25 aprile e intitolato "In Ticino domina la televisione di stato" si accusa l'emittente di Comano di fungere da portavoce del governo senza alcuna capacità di critica sulla condotta dell'esecutivo e della politica. In causa è un presunto accordo tra la RSI e il Consiglio di Stato, dove l'emittente di Comano avrebbe concordato con il governo cantonale di avere una "delegazione", composta di 7 redattori a palazzo delle Orsoline per sostenere la comunicazione dell'esecutivo in questo periodo di pandemia. Addirittura, sostiene il foglio zurighese, chi volesse prendere contatto con la cellula di crisi allestita per far fronte alla crisi in corso, verrebbe messo in contatto con un redattore della RSI.

Questa
vicinanza tra emittente pubblica e governo, per la RSI e la SSR non sarebbero un problema per "l'indipendenza e l'autonomia" dei giornalisti. Ma non la pensa così la NZZ, secondo cui è quantomeno difficile che un media che supporta attivamente la comunicazione di un governo allo stesso tempo possa essere critico della sua condotta. "Quella della RSI", continua il foglio zurighese, "non è altro che una forma di giornalismo incorporato", che ricorda i media americani in tempo di guerra, dove l'unica funzione dei giornalisti è di amplificare e diffondere il messaggio dell'esecutivo, senza mai mettere in discussione la sua azione. "Un tale incorporamento dei giornalisti", conclude la NZZ, "è diametralmente opposta al ruolo di guardiano che dovrebbe avere il cosiddetto quarto potere".



Guarda anche 

Lo scrittore Salman Rushdie aggredito durante un evento

Lo scrittore Salman Rushdie, 75 anni, è stato aggredito ieri a New York mentre stava tenendo una conferenza. Il suo aggressore è caduto sul pal...
13.08.2022
Mondo

Prima lancia i sassi in autostrada, poi minaccia di tagliarsi la gola: egiziano immobilizzato col taser

Emergono nuovi dettagli in merito a quanto successo stamattina sull'autostrada A1 in territorio di Lodi, dove un uomo ha lanciato sassi e altri oggetti da un caval...
12.08.2022
Mondo

Paura in autostrada, lancia sassi dal cavalcavia: arrestato

Momenti di paura, quelli vissuti questa mattina sull'autostrada A1 tra Lodi e Casalpusterlengo, dove un uomo in stato di alterazione ha scaraventato sassi e a...
12.08.2022
Mondo

"Una via per Giorgio Salvadé"

*Interrogazione del Gruppo Lega al Municipio di Lugano  Il 12 agosto 2022 ricorre il decimo anniversario della morte di Giorgio Salvadé. Nato a Sorengo n...
12.08.2022
Ticino