Mondo, 04 marzo 2020

Apple rallentava gli iPhone, dovrà pagare un risarcimento milionario agli utenti

Accusata da anni di rallentare le prestazioni degli iPhone, Apple si trova, dalla fine del 2017, coinvolta in una serie di battaglie legali con l'accusa di aver volutamente rallentato le prestazioni degli iPhone più datati per invogliare gli utenti all'acquisto di un modello più recente. La società con sede a Cupertino ha sempre respinto queste accuse ma ciò non ha fermato le molteplici azioni legali lanciate in diversi Paesi, di cui un trentina solo negli Stati Uniti.

Alla fine, come riporta l'agenzia Reuters, Apple ha accettato di pagare un importo che va dai 360 milioni ai 500 milioni di dollari (circa 480 milioni di franchi) per cercare di porre termine a queste battaglie legali. L'azienda di Cupertino pagherà quindi circa 25 dollari per ogni modello di iPhone 6, 7 e SE.

A poter beneficiare di questo risarcimento saranno gli li utenti statunitensi che potranno dimostrare di aver acquistato uno dei modelli interessati. L'importo finale del risarcimento dipenderà quindi dal numero di richieste ricevute a partire, come detto, da un minimo di 360 milioni di dollari.

Non è la prima volta che la Apple è dovuta passare alla cassa per aver rallentato vecchi modelli dei suoi prodotti (un fenomeno chiamato obsolescenza programmata). Lo scorso mese la Francia aveva imposto ad Apple una multa di 25 milioni euro per questo motivo, mentre l'Italia nel 2018 aveva richiesto all'azienda un pagamento di circa 10 milioni di euro.

Guarda anche 

Due svizzeri multati a Luino perché erano in auto senza mascherina

Due giovani cittadini elvetici sono stati multati ieri pomeriggio poco dopo essere entrati in Italia dal valico di Dirinella, perché non indossavano la mascherina ...
31.10.2020
Svizzera

Insulta un cacciatore ubriaco che gli aveva puntato il fucile addosso, condannato per calunnia

Un cacciatore ubriaco lo prende di mira con il fucile, lui per tutta risposta lo insulta (su Facebook) e per questo è stato condannato. È successo a un escu...
21.10.2020
Svizzera

Lisa Bosia Mirra voleva 50mila franchi, invece ne dovrà pagare 3mila

Il Tribunale federale ha pubblicato oggi la sentenza con la quale ha respinto il ricorso dell’ex deputata PS Lisa Bosia Mirra contro la condanna per ripetuto a...
02.09.2020
Ticino

Effetto Covid: segna, bacia il pallone e si prende un multa di 1200

ECUADOR – Il calcio al tempo del Coronavirus, quando si è tornati a giocare, è sicuramente diverso rispetto a quello a cui siamo abituati. Tra stadi v...
04.09.2020
Sport