Mondo, 21 gennaio 2020

Crisi di governo in Norvegia per il rimpatrio di una jihadista

Il partito di destra, il FRP, ha lasciato il governo norvegese in segno di protesta contro il rimpatrio dalla Siria di una moglie di un jihadista la scorsa settimana, rimpatrio a cui il partito si opponeva. "La misura è colma", ha detto il capo del Partito del Progresso (FRP) Siv Jensen (nella foto), ministro delle finanze uscente, in conferenza stampa. La partenza del FRP priva il governo norvegese della sua maggioranza in parlamento.

Le dimissioni di Jensen non dovrebbero tuttavia portare alla caduta della coalizione guidata dal conservatore del primo ministro Erna Solberg. L'annuncio arriva dopo il rimpatrio di una donna di 29 anni legata all'organizzazione dello Stato islamico (ISIS) e dei suoi due figli, tra cui un bambino di cinque anni descritto come gravemente malato.

Favorevole al ritorno dei bambini, il FRP si era invece opposto al rimpatrio della madre. Gli altri tre partiti che formano la coalizione al potere hanno ignorato le obiezioni e accettato
il ritorno dei tre membri della famiglia, ritenendo che fosse l'unica soluzione possibile per salvare il bambino.

"Ci siamo sempre dichiarati pronti a rimpatriare bambini innocenti, ma non scendiamo a compromessi con le persone che hanno aderito a organizzazioni terroristiche e che stanno attivamente lavorando per distruggere i valori su cui è stata costruita la Norvegia", ha dichiarato Siv Jensen.

Accusata di essere membro di due organizzazioni terroristiche, il Fronte di Al-Nusra e l'ISIS, la donna, di origine pakistana ma con la cittadinanza norvegese, è stata precedentemente detenuta nel campo di Al-Hol, sotto il controllo delle milizie curde, è stata arrestata al suo arrivo a Oslo venerdi sera. È stata messa in detenzione preventiva lunedì per un periodo di quattro settimane mentre il figlio di cinque anni e la figlia di tre anni, nati da due diversi combattenti jihadisti, sono stati ricoverati in ospedale.

Guarda anche 

Voce narrante video Isis: canadese condannato all’ergastolo

WASHINGTON (USA) – Un jihadista canadese che ha narrato e prodotto diversi video della propaganda dell’Isis è stato condannato all’ergastolo negl...
31.07.2022
Mondo

Due morti e diversi feriti in una sparatoria nel centro di Oslo

Due persone sono state uccise e almeno sono rimaste 14 ferite, molte delle quali in modo grave, in una sparatoria avvenuta venerdì sera nei pressi di un bar nel...
25.06.2022
Mondo

In Svizzera solo perchè non può essere espulso, un estremista islamico insegna religione a giovani e bambini

Un islamista ex membro dell'ISIS che può rimanere in Svizzera solo perchè non può essere espulso insegna arabo e religione. Attivo nella moschea ...
12.05.2022
Svizzera

La Svizzera rimpatria i figli di una jihadista partita in Siria

La Svizzera ha rimpatriato due ragazze di 15 e 9 anni dal campo di Roj, nel nord-est della Siria. La loro madre le aveva portate con sè cinque anni fa per unirsi a...
07.12.2021
Svizzera