Ticino, 11 settembre 2019

Lo jihadista a cui è stata revocata la cittadinanza viveva in Ticino

Il Governo federale – per la prima volta – ha deciso oggi di revocare la cittadinanza svizzera a una persona con doppia cittadinanza (vedi articoli suggeriti). Un 34enne di origini turche è stato infatti condannato a una pena detentiva di diversi anni per propaganda e reclutamento di combattenti a favore di un’organizzazione terroristica di matrice islamica.

Secondo una ricerca effettuata da 2O Minuten, l’uomo ha provato a reclutare 10 persone per la jihad in Siria a Lugano, Como e Reggio Emilia. Stando sempre al portale, il 34enne lavorava in Ticino e frequentava spesso la moschea di Viganello, dove abitava da qualche anno.

Guarda anche 

Ex funzionario condannato per abusi sessuali, "Si apra un'inchiesta"

“Ieri in Gran Consiglio, con il collega Boris Bignasca, abbiamo chiesto il rinvio sulla decisione delle nomine nel Consiglio di Amministrazione dell’ACR. Il m...
17.09.2019
Ticino

AlpTransit, Cossi/Condotte e un appalto da 138 milioni. Quadri: "Imposte non pagate?"

L’azienda italiana Cossi/Condotte Spa ha ottenuto nel 2013 da AlpTransit Gottardo SA il lotto “Armamento ferroviario e logistica” della galleria di base...
17.09.2019
Ticino

Cercasi frontaliere, l'ennesimo annuncio. Quadri: "Com'era la storiella...?"

“Azienda leader nel campo delle telecomunicazioni assume impiegata/o. (…). Titoli preferenziali: residenza di fascia di frontiera conformemente al permesso d...
17.09.2019
Ticino

Swiss Championship of Poker: Un record elvetico al Casinò di Lugano

La quinta edizione dello Swiss Championship of Poker che si è tenuta al Casinò di Lugano nelle ultime due settimane è stato un vero e proprio torneo ...
17.09.2019
Ticino