Ticino, 11 settembre 2019

Lo jihadista a cui è stata revocata la cittadinanza viveva in Ticino

Il Governo federale – per la prima volta – ha deciso oggi di revocare la cittadinanza svizzera a una persona con doppia cittadinanza (vedi articoli suggeriti). Un 34enne di origini turche è stato infatti condannato a una pena detentiva di diversi anni per propaganda e reclutamento di combattenti a favore di un’organizzazione terroristica di matrice islamica.

Secondo una ricerca effettuata da 2O Minuten, l’uomo ha provato a reclutare 10 persone per la jihad in Siria a Lugano, Como e Reggio Emilia. Stando sempre al portale, il 34enne lavorava in Ticino e frequentava spesso la moschea di Viganello, dove abitava da qualche anno.

Guarda anche 

Bellinzona, sul camion nascondeva stecche di sigarette, carne e piccioni vivi

Singolare fermo da parte dei collaboratori dell'Amministrazione Federale delle dogane quello avvenuto ieri in un'area di sosta sull'A2 a Bellinzona....
24.01.2020
Ticino

Presentati i candidati per il Municipio della Città di Bellinzona

Lega dei Ticinesi e UDC, insieme a UDF e ai candidati indipendenti, hanno presentato questa mattina i sette candidati al Municipio della Città di Bellinzona. Si...
24.01.2020
Ticino

Manor, la riorganizzazione passa (anche) dal Ticino. Frontalieri al posto dei dirigenti licenziati?

Sono scattati i licenziamenti annunciati da Manor qualche settimana fa. Licenziamenti che toccheranno un’ottantina di persone in tutta la Svizzera, tra i quali anch...
24.01.2020
Ticino

Comunali: svelate le liste Lega dei Ticinesi, UDC/SVP, Indipendenti di Locarno e Mendrisio

Locarno La lista Lega dei Ticinesi – UDC/SVP – indipendenti di Locarno, composta da una trentina di candidati, si presenta con un programma d’azione ...
24.01.2020
Ticino