Svizzera, 28 febbraio 2019

Trova finalmente lavoro, gli fanno fare riciclaggio di denaro (e viene condannato)

Anche quando si firma un contratto di lavoro, bisogna essere cauti riguardo alle richieste del proprio datore di lavoro. Questo è quello che un giovane dipendente di un call center che stava cercando di lasciare il suo lavoro ha imparato a sue spese.

Come riporta il "24 heures", un uomo alla ricerca di lavoro era stato contattato da una presunta agenzia immobiliare zughese. Il giovane firma quello che crede essere un contratto di lavoro e trasmette i suoi dati bancari alla compagnia. Questa gli ha allora inviato 3550 franchi sul suo conto privato, chiedendogli di spedirli per posta a un indirizzo situato a Mosca, scrivendo sulla busta "documenti immobiliari, valore 15 franchi".

Tuttavia, questo denaro era il bottino di una truffa, denaro che proveniva da un conto bancario privato. Il proprietario del conto ha denunciato la scomparsa dei suoi soldi, la manovra è stata scoperta e il "dipendente" è stato processato e condannato a una pena sospesa di 90 giorni. Il pubblico ministero ha ritenuto che "non ha mostrato prudenza e ha seguito ciecamente le istruzioni di uno sconosciuto". Sconosciuto che al momento non è stato ancora identificato.

Guarda anche 

Clamoroso: in FIFA 22 non ci sarà la Svizzera!

BERNA – C’è sgomento anche in seno alla Federazione svizzera di calcio: la Nazionale rossocrociata, infatti, sarà una delle squadre che non sara...
14.09.2021
Sport

Ci sarebbero anche degli aerei svizzeri nell'arsenale finito tra le mani dei talebani

Tra il considerevole arsenale finito tra le mani dei talebani dopo la loro riconquista lampo dell'Afghanistan (vedi articoli correlati) ci sarebbero anche aerei svizz...
12.09.2021
Svizzera

Seferovic spreca, la Svizzera si riscopre “piccola”. Vantaggio sull’Italia già bruciato

BELFAST (Irlanda del Nord) – Partiamo da un presupposto: andare a vincere a Belfast, nel temibile catino del Windsor Park, non è mai facile per nessuno. Figu...
09.09.2021
Sport

Chi si rivede: la Nazionale torna a Lugano

LUGANO – A distanza di 3 anni la Svizzera tornerà a Lugano. Questa volta non con Vladimir Petkovic in panchina, ma con Murat Yakin, e lo farà in vista...
07.09.2021
Sport