Ticino, 22 febbraio 2019

A scuola con la pistola, "solo una bravata"

"Una bravata". Niente di più, niente di meno. È così che ha commentato il direttore dell'Elvetico don Claudio Cacioli al Corriere del Ticino l'episodio che ha visto un bambino di quinta elementare presentarsi a scuola, lunedì scorso, con una pistola vera e delle munizioni, seppure non compatibili con il modello dell'arma.

Il direttore dell'Elvetico ha spiegato al quotidiano che "l'arma era oltretutto priva del sistema di caricamento, non è mai stata
mostrata in pubblico e non ci sono mai stati allarmi o momenti di panico. Abbiamo compiuto tutti i passi necessari, tra cui un esposto penale".

Secondo Cacioli, il gesto "non è categorizzabile come violento, perché parliamo di un ragazzino di indole serena e tranquilla. Come si procederà? Qualsiasi passo dovrà essere discusso con l'ispettorato delle scuole, ma parliamo di un ragazzino di quinta elementare. Credo debba prevalere un approccio pedagogico, piuttosto che punitivo".

Guarda anche 

Fermati quattro passatori con 26 migranti

Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e le Guardie di confine comunicano che oggi poco prima delle 7 a Capolago sono stati fermati 4 passatori, di età compre...
21.03.2019
Ticino

Docente di tedesco, parla il DECS: "Continueremo il monitoraggio didattico"

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) rende noto che una rappresentanza del comitato dell’assemblea dei genitori della Scuola me...
21.03.2019
Ticino

Fermato con sei chili di eroina al confine. Arrestato uomo olandese

PONTE CHIASSO – I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Ponte Chiasso, in collaborazione con i funzionari doganali, hanno scoperto e sequestrato ieri sei ...
21.03.2019
Ticino

Incendio in una palazzina a Mendrisio: stabile evacuato precauzionalmente

La Polizia cantonale comunica che oggi poco dopo le 12 in via Carlo Pasta a Mendrisio è scoppiato un incendio al secondo piano di in una palazzina per cause che l&...
20.03.2019
Ticino
x