Svizzera, 17 gennaio 2019

I ritardi delle FFS approdano in Consiglio federale

Lo stesso anno in cui le Ferrovie federale svizzere celebrano il 75esimo anniversario del loro famoso orologio, simbolo svizzero di precisione e puntualità per eccellenza, paradossalmente la puntualità leggendaria delle nostre ferrovie federali non è più quella di una volta.

Perché da molti mesi, o anche anni a dipendenza della regione, il desiderio dei viaggiatori di raggiungere la propria stazione di destinazione in tempo sembra essere diventata quasi un'eccezione. Gli utenti subiscono quotidianamente ritardi, cancellazioni del treno, lavori e altri guasti. E tutto questo a prezzi esorbitanti e in continuo aumento.

Le FFS, una volta così affidabili, sembrano aver gradualmente abbassato il loro standard di qualità, allo stesso ritmo con cui i loro prezzi sono aumentati. I ritardi, rari e inaccettabili una volta, sembrano essere diventati la norma. Tre, quattro, cinque, dieci o quindici minuti di ritardo non sono più sorprendenti ... Ancora più infuriante, le spiegazioni fornite alla stazione ai viaggiatori sono raramente esaurienti. Il treno non è in orario? La colpa è di un evento all'estero, o l'attesa di un altro treno di ritardo. Non ti basta come spiegazione? Arrangiati. Facilmente comprensibile quindi la sensazione di abbandono che molti clienti provano.

In Ticino il problema dei ritardi e altre mancanze come la mancanza di spazio e di posti a sedere su determinate tratte e determinati orari è un problema che esiste, e peggiora, da almeno un decennio ed è sensibilmente aumentato dall'allungamento della rete fino a Varese.

Ma i ritardi e le altre mancanze delle FFS non sono un problema esclusivo del canton Ticino, anche le altre regioni, chi più chi meno, devono far fronte a crescenti disagi e il tema è oggetto di discussione anche al di là della alpi da diverso tempo.

E la questione è di recente approdato anche in Consiglio federale. Di fronte al malcontento crescente tra i passeggeri, il consigliere nazionale Denis De Reussille (POP / NE) ha presentato un'interpellanza lo scorso dicembre circa il degrado delle prestazioni delle FFS. Il governo dovrà quindi chinarsi sulla tematica. Se l'interpellanza sarà liquidata alla menavia o se si affronterà seriamente il problema, resta però da vedere.

Guarda anche 

"Accogliere i migranti di Moria significa incoraggiare la distruzione di altri centri profughi"

Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri in un'interpellanza al Consiglio federale chiede che la Svizzera non accolga migranti dall'isola di Lesbo per "non in...
16.09.2020
Svizzera

Una legge che riguarda tutti

La legge sulla caccia non è fatta “per i cacciatori”, né quella sulla pesca “per i pescatori” (non più di quanto la legge sco...
07.09.2020
Ticino

Il discorso di Norman Gobbi sull'apertura della galleria del Ceneri, "un momento cruciale per il Ticino"

"Un momento cruciale per lo sviluppo del canton Ticino" lo definisce così Norman Gobbi l'apertura della nuova galleria del Ceneri in un suo intervent...
07.09.2020
Ticino

“Le partite con la mascherina? Facciamolo con responsabilità”

“Ci vorrà la massima collaborazione e responsabilità parte di tutti gli spettatori e tifosi. Solo così si potranno portare avanti le gra...
08.09.2020
Sport