Magazine, 10 gennaio 2019

Vende un rene per un iPhone: rimane invalido

È l’assurda storia di un giovane cinese che ha deciso di vendere l’organo al mercato nero per comprarsi lo smartphone e un iPad

PECHINO (Cina) – Un ragazzo di 25 anni cinese è rimasto invalido a seguito di un trapianto di rene illegale. L’organo venne venduto nel 2011 sul mercato nero per comprarsi un iPhone 4 e un iPad 2.

Il giovane allora era minorenne e voleva procurarsi i due dispositivi per non fare brutta figura davanti agli amici e ai compagni di classe. I genitori restarono all’oscuro di tutto, fino ai primi sintomi di insufficienza renale, decidendo così di denunciare gli autori del trapianto.

I primi malori si svilupparono sempre nel 2011, quando il ragazzo, Wang, dovette raccontare il tutto alla madre: aveva trovato un annuncio online per vendere il rene sul mercato nero per permettersi i due dispositivi troppo costosi per la sua famiglia. L’operazione venne effettuata in una clinica non autorizzata, dove si recò in segreto: l’organo fu venduto a un altro pazienze per circa 28'000 Euro, stando a quanto riporta il “Daily Mail”. Soltanto il 10% della cifra andò al ragazzo allora 17enne.

La grave insufficienza renale si è poi intensificata, costringendo il giovane a letto, invalido, e con la necessità di essere assistito 24 ore su 24.

I genitori denunciarono gli autori dell’intervento, nove persone coinvolte nel traffico di organi illegali: tre ricevettero pene tra i 3 e i 5 anni di prigione, mentre 2 dottori vennero incarcerati per 3 anni. La famiglia ricevette un indennizzo di circa 190'000 euro. Wang ha dovuto abbandonare gli studi e vive attaccato alle macchine per la dialisi.

Guarda anche 

Londra città senz'anima: così arabi e cinesi si sono comprati la city

Londra è una città che ha perso la sua anima. Gli indicatori economici e finanziari la rendono una delle capitali più ambite del mondo ma il cuore de...
06.08.2019
Mondo

Donne bagnino prese a sputi e insulti, "a porre problemi soprattutto immigrati dai Balcani e dal mondo arabo"

Insultate, vittime di sputi e disprezzate in altro modo: in Svizzera i supervisori donne delle piscine vengono spesso presi di mira dai bagnanti. "Ho già sper...
09.07.2019
Svizzera

Niente presepe natalizio a Palazzo federale "per rispetto della neutralità dello stato"

Ogni anno, a Palazzo federale viene posto un albero di natale all'entrata, di fronte alle statue dei tre svizzeri. Ma a parte questo, e poco altro, per Natale il Parl...
10.06.2019
Svizzera

Spie cinesi hanno rubato 700 documenti segreti in Svizzera

Il "SonntagsZeitung" ha rivelato domenica una sorprendente storia di spionaggio industriale. Delle compagnie cinesi hanno assunto due agenti che operavano da Si...
27.05.2019
Svizzera