Mondo, 29 dicembre 2018

Il Giappone vuole lasciare la IWC

Tokyo sembra essere deciso a riprendere la caccia intesiva alle balene

Non ancora ufficiale la decisione del Giappone di ritirarsi dall'International Whaling Commission, la commissione che dal 1986 ha iniziato a battarsi per proteggere i cetacei dalla brutale caccia commerciale.
 
La caccia alle balene oggi è divisa su due fronti principali. Da un lato vi sono i paesi  pro-caccia ovvero: Norvegia, Islanda, Giappone. Dall’altra  i paesi per la difesa degli enormi mammiferi: Europa, Australia, Usa, Nuova Zelanda.

I Giapponesi, che non hanno mai del tutto smesso la pesca ai cetacei (utilizzando vie traverse ad esempio
ricerche scientifiche), sostengono che la popolazione delle balene negli ultimi anni è aumentata e non avendo più un reale rischio di estinzione vorrebbero riprendere la vendita della carne del mastodontico mammifero.
 
Yuki Morita funzionario dell'Agenzia per la pesca si è espresso così alla stampa giapponese: “Stiamo prendendo in considerazione tutte le opzioni" inclusa la possibilità di ritiro dall'Iwc" - "Tutte le opzioni sono sul tavolo, ma non è ancora stato deciso nulla di formale"

Guarda anche 

GALLERY - Iniesta “cambia mestiere”: fa il capostazione per Holly e Benji

TOKYO (Giappone) – Andres Iniesta è in assoluto una superstar nel campionato giapponese ed è sempre molto richiesto come testimonial. Questa volta ...
04.03.2019
Sport

Uno "sportello del lavoro" in aiuto ai cittadini. Bene la prima!

CADENAZZO -Il lavoro è un diritto o un lusso? Purtroppo è sempre d'attualità e non passa giorno nel quale o un concittadino perda il lavoro o un ...
26.09.2018
Opinioni
x