Ticino, 10 ottobre 2018

In Ticino più lavoratori stranieri che svizzeri

Stando ai dati statistici del 2017 gli svizzeri sono ormai diventati una minoranza sul mercato del lavoro. Come si può vedere dal grafico sotto infatti, gli svizzeri occupati l'anno scorso erano il 49,8% del totale. Fra gli stranieri a fare la parte del leone sono i frontalieri (permessi G) che sono più di un quarto del totale (27,5%) mentre gli stranieri con permessi di dimora e di domicilio (permessi B rispettivamente C) sono più o meno allo stesso livello del 10%. Gli altri tipi di permessi (rifugiati, permessi L di corta durata, ecc...) rappresentano percentuali ancora relativamente basse che non superano l'1%.




Per il presidente dell'UDC Ticino Piero Marchesi, che ieri commentava questi dati sulla sua pagina Facebook, questa realtà è colpa dei partiti storici( (PLR, PPD, PS, I Verdi e MPS) a cui questa situazione andrebbe bene. Parte della soluzione sarebbe votare sì alla votazione sull'autodeterminazione il prossimo 25 novembre in modo da "limitare l'immigrazione e smentire nuovamente i partiti storici".

Guarda anche 

Migranti, domenica vertice a Calais dopo il naufragio nella Manica

La Francia ha invitato i paesi europei vicini alla manica a una riunione domenica, il giorno dopo la morte di 30 migranti nella Manica. Parigi e Londra hanno anche segnal...
26.11.2021
Mondo

Decine di migranti entrano dall'Austria ogni giorno, "praticamente tutti scompaiono nel nulla"

Sempre più migranti arrivano in Svizzera attraverso il confine est e decine di loro vengono fermate poco dopo aver attraversato la frontiera. Mercoledì, ...
17.11.2021
Svizzera

"La doppia morale di UNIA: Quando sono altri a fare utili sono padroni brutti e cattivi ma quando sono loro..."

Da alcune settimane si discute molto del patrimonio del sindacato di UNIA, quantificato in circa un miliardo di franchi e frutto non solo delle quote sindacali pagate dai...
12.10.2021
Svizzera

Dodici paesi europei chiedono all'UE di costruire una barriera "anti-migranti" ai confini esterni

Dodici paesi membri dell'Unione Europea, tra cui Austria, Grecia, Polonia e Ungheria, hanno chiesto a Bruxelles di finanziare la costruzione di barriere alle loro fro...
09.10.2021
Mondo