Svizzera, 23 febbraio 2024

Licenziata dopo aver chiesto di indossare il velo a lavoro, fa causa alla Migros

Una cassiera curda di fede musulmana, che lavorava alla Migros dal 2017 e che era stata licenziata senza preavviso lo scorso luglio dopo aver espresso il desiderio di indossare il velo sul posti di lavoro, ha finalmente deciso di sporgere denuncia contro il colosso arancione, riferisce l'“Aargauer Zeitung”.

Secondo lei, il direttore di questa filiale nel canton Lucerna avrebbe rifiutato alla dipendente di coprirsi i capelli, citando il regolamento del negozio. La dipendente ha successivamente chiesto di essere trasferita in un altro settore, dove avrebbe potuto indossare il velo. Ma ancora una volta la sua richiesta venne respinta.



Da parte sua, uno dei portavoce della marca ha spiegato che la dipendente non può essere ricollocata in un altro settore. Quanto al licenziamento, il comunicatore ha parlato di “violazione della fiducia” a causa dell'assenza ingiustificata della cassiera. Sentendosi a disagio dopo la decisione negativa di indossare il velo, la donna aveva infatti deciso di assentarsi e non si presentava più al lavoro. Due giorni dopo, aveva ricevuto la lettera di licenziamento.

Guarda anche 

Spesa in Svizzera, poca differenza di prezzo tra un negozio e l'altro

Sono ormai passati più di 10 anni dall'arrivo in Svizzera dei discounter tedeschi Aldi e Lidl. Al momento del loro insediamento, e ancora oggi nelle pubblicit&...
18.04.2024
Svizzera

Una docente licenziata per aver avuto metodi “tirannici” con gli allievi

Indignati per le cattive pratiche di un insegnante di Glattfelden, nel canton Zurigo, diversi genitori di studenti avevano inviato una lettera alla direzione della scuola...
16.03.2024
Svizzera

Migros annuncia una ristrutturazione che comporterà licenziamenti massicci

Migros vuole “ricentrarsi strategicamente” e ha annunciato una massiccia ristrutturazione che comporterà licenziamenti massicci. Tra le misure indicate...
03.02.2024
Svizzera

Bestemmia al lavoro: licenziato! Parte lo sciopero contro la decisione

BOLOGNA (Italia) – Un lavoratore di un call center è stato licenziato per aver bestemmiato sul luogo di lavoro. L’azienda in passato aveva licenziato u...
04.12.2023
Magazine

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto