Svizzera, 14 febbraio 2024

Inflazione ai minimi, ma elettricità e riscaldamento sempre più cari

Gli ultimi dati sull’inflazione sono incoraggianti e mostrano un aumento annui pari all'1,3% a gennaio, quando a dicembre era ancora all’1,7%. Tuttavia, l’evoluzione dei prezzi è molto diversa a seconda della categoria del prodotto. Alcuni di loro vedono i loro prezzi aumentare in modo significativo o moderato, mentre i prezzi di altri prodotti diminuiscono. A volte in modo significativo.

Nel mese di gennaio i prezzi dei generi alimentari e delle bevande analcoliche sono aumentati ancora dello 0,4%. I consumatori devono pagare il 4,4% in più per le bevande zuccherate e il 3,7% in più per il caffè. I prezzi delle noci e della frutta secca stanno aumentando in modo simile. L'acqua minerale costa addirittura il 4,5% in più.

Anche i prezzi degli oli alimentari sono aumentati del 10% nell'arco di un mese. Il pesce fresco costa il 3,6% in più. Per lo spumante bisogna pagare il 17,2% in più a bottiglia. Anche i prezzi dell'energia elettrica a gennaio sono aumentati del 17,8% e quelli del riscaldamento urbano del 4,7%. Anche i clienti degli hotel devono mettere mano al portafoglio, con aumento fino al +10,6%. I prezzi dei pacchetti vacanza sono aumentati quasi altrettanto. Per gli impianti di risalita e gli skilift il biglietto costa il 3,6% in più rispetto al mese precedente.



Per quanto riguarda i prodotti meno cari in particolare vi sono i vestiti, complici i saldi invernali. Per i cappotti e le giacche da donna, ad esempio, le riduzioni di prezzo raggiungono il 15,8%. Per quanto riguarda le giacche da uomo, sono a -8%. Anche la biancheria intima costa quasi il 5% in meno rispetto a dicembre. In totale, a gennaio, abbigliamento e scarpe costano il 7,8% in meno rispetto al mese precedente.

Anche alcuni prodotti alimentari sono diventati meno cari: -8,2% per gli ortaggi a radice e -11,7% per i cavoli. Complessivamente i prezzi di frutta e verdura sono diminuiti del 6,3%. Anche l'olio combustibile è più economico del 4,6% rispetto al mese precedente, la benzina e il diesel sono in calo di poco meno dell'1%. Per il gas il calo dei prezzi è del 3,8%.

Anche i computer sono diventati notevolmente più economici, con il -7,1%. I prezzi dei mobili per soggiorno e ufficio sono diminuiti del 2,9%, quelli dei prodotti per il bucato e per la pulizia del 3,7%. Mentre i prezzi degli alberghi sono aumentati, una notte nei parahotel (appartamenti per vacanze, campeggi) costa il 4,5% in meno rispetto a dicembre. Coloro che intendono andare in vacanza possono aspettarsi anche un calo dei prezzi dei biglietti aerei dell'8,6%.

Guarda anche 

L'italiano non è più la terza lingua più parlata in Svizzera

Tre quarti della popolazione svizzera vive oggi in aree urbane, rispetto a un terzo 100 anni fa, indica la Statistica delle città svizzere. Tra le lingue più...
24.04.2024
Svizzera

Gli svizzeri fanno sempre più fatica a saldare le fatture

Per il terzo anno consecutivo, anche nel 2023 in Svizzera è aumentato il numero dei fallimenti di aziende e privati. Quest'anno sono stati registrati circa 438...
11.04.2024
Svizzera

La popolazione della Svizzera non è mai aumentata così tanto come nel 2023

Nel 2023 la Svizzera ha battuto due record. Il Paese ha registrato “il saldo migratorio più alto mai registrato” e allo stesso tempo, “il numero ...
05.04.2024
Svizzera

In Svizzera 800 mila persone dipendono dall'aiuto sociale

Nel 2022, 800'000 persone residente in Svizzera dipendevano dell'assistenza sociale, pari al 9,2% della popolazione. Gli aiuti della Confederazione, dei Cantoni e...
23.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto