Svizzera, 13 novembre 2023

Un numero record di persone cambieranno cassa malati (e ciò farà aumentare i premi)

L'aumento importante dei premi di cassa malati ha spinto un numero record di persone a cambiare assicuratore. Marcel Thom, della società di consulenza Deloitte, stima che circa il 15% cambierà fondi. "Ciò rappresenterebbe tra 1,3 e 1,4 milioni di persone", spiega Thom a CH Media. Quest’anno i modelli assicurativi convenienti sarebbero colpiti più della media dagli aumenti dei premi. Maggiore è lo shock dei premi, maggiore è il tasso di variazione, spiega Felix Schneuwly del comparatore online Comparis.

Quest'anno la cassa malati KPT si è rivelata la più conveniente in termini di prezzo ed il numero dei suoi membri è esploso. L'anno prossimo dovrà aumentare i prezzi e probabilmente perderà il primo posto a favore del Concordia, scrivono le testate di CH Media.

Ma è improbabile che Concordia venga sopraffatta come lo è stato il KPT. Le differenze tra fondi e modelli assicurativi sono meno significative. È quindi possibile risparmiare più o meno. E questo rallenta il flusso del cambiamento.



I numerosi cambiamenti avranno come conseguenza che l'aumento reale dei premi diminuisca rispetto a quanto previsto. Thom prevede un aumento reale del 7,1% (rispetto al 8,7% annunciato). Ci sono tuttavia anche conseguenze negative, in quanto, quando molte persone cambiano assicurazione, le casse malati incassano meno di quanto calcolato. Per questo motivo non riescono più a coprire i costi preventivati ​​e devono recuperarli l'anno successivo aumentando i premi.

Questo effetto di variazione corrisponde a 1,2 punti percentuali di premio nel 2024. Se un anno fa nessuno avesse cambiato cassa, l’aumento dei premi sarebbe stato in media “solo” del 7,5% anziché dell’8,7%. Se più di un milione di persone cambiassero nuovamente fondi, le conseguenze sarebbero ancora più importanti per il 2025.

Guarda anche 

"Adeguare gli assegni familiari dei frontalieri al costo della vita italiano"

Una mozione del Consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede di adeguare gli assegni familiari dei frontalieri al costo della vita italiano.. “Il differenziale tr...
13.06.2024
Svizzera

Anche per il Consiglio nazionale la sentenza della CEDU contro la Svizzera non deve essere seguita

La sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU), che condanna la Svizzera per la sua inazione sul clima non è decisamente del gusto del Parla...
13.06.2024
Svizzera

Scena inedita a Palazzo federale: un poliziotto strattona un deputato che voleva salire le scale

Scena inedita mercoledì a Palazzo Federale: il capogruppo dell'UDC, il consigliere nazionale di Zugo Thomas Aeschi, è stato infatti respinto senza tropp...
13.06.2024
Svizzera

Primo giro di vite agli Statuti S dei rifugiati ucraini

I richiedenti l'asilo ucraini potrebbero presto subire delle prime restrizioni da quanto è stato introdotto lo Statuto S A loro favore. Il Consiglio degli Stat...
13.06.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto