Svizzera, 07 luglio 2023

Un membro della famiglia reale qatariota condannato per infrazioni stradali

Un giovane membro della famiglia regnante del Qatar ha commesso ben 17 infrazioni del codice stradale in soli sei giorni. Questo studente di 24 anni alla guida di una potente Bentley è stato beccato principalmente sull'autostrada A1 tra Ginevra e Losanna. In un'occasione, per esempio, aveva sfrecciato a 210 km/h su un tratto limitato a 120 km/h. Oppure, a Ginevra, a 111 km/h su strada limitata a 60 km/h.

Le ripetute infrazioni gli sono valse un processo al tribunale penale del distretto di La Côte, a Nyon. Il giovane, tuttavia, non era presente, riferisce "La Côte" ma in precedenza aveva ammesso tutti i fatti di cui era accusato e aveva fatto sapere prima del giudizio che si impegnava a donare 50'000 franchi a una fondazione attiva nella prevenzione e sicurezza stradale.



L'uomo è stato infine riconosciuto colpevole di "violazioni semplici e gravi" del codice stradale federale ed è stato condannato a una pena detentiva di 24 mesi sospesa per tre anni e a pagare una multa di 10'000 franchi. A suo carico sono anche le spese processuali, oltre 10'000 franchi. Il giovane potrà anche recuperare la sua macchina da corsa, una Bentley Bentayga, che era stata sequestrata.


Guarda anche 

Condannata per aver comprato un puntatore laser per giocare con il gatto

I puntatori laser sono un gadget popolare per far divertire facilmente il proprio gatto. Ma in Svizzera l'acquisto di tali oggetti può esporvi a sanzioni. Lo h...
14.05.2024
Svizzera

Due sorelle islamiste a processo per aver pianificato un'attentato contro l'ONU

Due sorelle cinquantenni residenti nel canton Vaud saranno processate il ​​7 maggio dal Tribunale penale federale a Bellinzona. Le due sono accusate di aver pianifica...
01.05.2024
Svizzera

Condannata perchè è caduta pedalando in bicicletta

Mentre andava in bicicletta con la figlia, una donna friburghese di 45 anni è caduta pesantemente. Ferita, soprattutto al volto, ha dovuto essere trasferita in osp...
16.04.2024
Svizzera

La Corte europea per i diritti dell'uomo condanna la Svizzera per "inazione climatica"

Martedì la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha condannato per la prima volta uno Stato, la Svizzera, per violazione della Convenzione sui diritti del...
09.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto