Svizzera, 22 giugno 2023

Blindati svizzeri venduti all'Ucraina da una società privata tedesca

A marzo, un veicolo militare svizzeroera stato fotografato in Ucraina. La Segreteria di Stato per l'economia (SECO) ha presentato mercoledì i risultati dell'indagine al Consiglio federale. "Si tratta di un EAGLE I esportato in Ucraina in violazione della dichiarazione di non riesportazione dell'ex direttore di un'azienda privata tedesca", si legge in un comunicato stampa.

Le indagini, condotte con l'aiuto della Germania e dell'ex direttore della società responsabile dell'esportazione hanno rivelato che "11 veicoli EAGLE I sono stati riesportati in Ucraina con l'approvazione delle autorità tedesche preposte al controllo delle esportazioni". Il problema è che "nonostante la dichiarazione di non riesportazione firmata, l'ex direttore non ha ritenuto opportuno richiedere l'autorizzazione della SECO prima di esportare i veicoli in Ucraina, perché a seguito della smilitarizzazione dei veicoli (rimozione delle coperture protettive e dei finestrini blindati), certificata dal Ministero della Difesa tedesco, ha ritenuto che la dichiarazione di non riesportazione non fosse più necessaria", continua il governo.



Tuttavia, "la demilitarizzazione ai sensi della legge tedesca non ha alcun impatto sull'applicabilità della legge federale sul materiale bellico (BWMA) e quindi sulla validità della dichiarazione di non riesportazione firmata con la Svizzera".

Poiché la dichiarazione di non riesportazione è stata violata dall'ex direttore, la SECO ha deciso "di non concedere ulteriori autorizzazioni per l'esportazione di materiale bellico dalla Svizzera al direttore in questione, in considerazione dell'elevato rischio che il materiale venga trasmesso a un destinatario finale indesiderato".



Guarda anche 

Casi di terrorismo in Svizzera in aumento e autori sempre più giovani

All'inizio di marzo nel centro di Zurigo un giovane radicalizzato ha accoltellato un ebreo ortodosso. La ricerca ha mostrato che l’autore del reato, di sol...
12.04.2024
Svizzera

Il Consiglio federale vuole versare 5 miliardi per la ricostruzione dell'Ucraina

Il Consiglio federale ha deciso mercoledì di stanziare complessivamente 5 miliardi di franchi entro il 2036 per la ricostruzione dell'Ucraina. "La Svizzer...
11.04.2024
Svizzera

Il franco verso il trimestre peggiore nei confronti dell'Euro degli ultimi 21 anni

Dall'inizio dell'anno il franco ha perso più del 5% del suo valore rispetto all'euro. Mercoledì la moneta svizzera è scesa addirittura a ...
30.03.2024
Svizzera

Degli attivisti ucraini vogliono vietare la vendita di Toblerone

In occasione della Pasqua, un gruppo di attivisti ucraini ha scritto una lettera a due grandi catene di supermercati tedesche chiedendo loro che i supermercati tolgano da...
27.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto