Svizzera, 20 novembre 2022

Politici di destra e di sinistra chiedono un inasprimento dell'asilo

Nel corso degli ultimi mesi, la pressione migratoria è aumentata in Svizzera. A ottobre, la Confederazione ha registrato 3'208 domande di asilo da parte di persone provenienti principalmente da Afghanistan, Turchia e Siria, un numero superiore alle 2'757 richieste di status di protezione S presentate dall'Ucraina.

Di fronte a questo afflusso, si rende necessario una riforma del sistema di asilo, secondo politici sia di destra che di sinistra, riferisce domenica il "SonntagsZeitung". Il domenicale svizzerotedesco cita la consigliera nazionale Martina Bircher (UDC/AG), la quale chiede una riforma radicale del diritto internazionale. "La Convenzione di Ginevra sui rifugiati e la Convenzione europea sui diritti umani sono obsolete. Come ogni altra legge, devono essere riformate di tanto in tanto", ha dichiarato la deputata, annunciando allo stesso tempo che presenterà una mozione al Parlamento.



Anche l'ex consigliere nazionale Rudolf Strahm (PS/BE) ritiene che sia necessario cambiare le regole in materia di asilo. Nell'attuale diritto internazionale umanitario, non esiste una risposta legale alla migrazione economica della maggior parte dei giovani che non sono personalmente e individualmente minacciati di morte", afferma. Da parte sua, propone un'introduzione coordinata della procedura di asilo in ambasciata. In base a questa disposizione, in linea di principio i rifugiati potrebbero presentare domanda di asilo solo presso l'ambasciata svizzera nel loro Paese d'origine. Anche le prime udienze delle autorità svizzere si svolgeranno in quella sede.

"Allo stesso tempo, l'accesso alla Svizzera dovrebbe essere gestito in modo più restrittivo. Questo porrebbe fine all'attività dei passatori", secondo Strahm. Ma questo ha senso solo se altri Paesi seguono l'esempio della Svizzera. L'ex consigliere nazionale socialista ritiene che, essendo la Svizzera depositaria della Convenzione di Ginevra sui rifugiati, dovrebbe quindi avviare queste riforme a livello internazionale.

Guarda anche 

Immigrazione e potere d'acquisto sono le principali preoccupazioni degli svizzeri

In occasione delle elezioni federali del 22 ottobre, i temi dell’immigrazione e dell’asilo, nonché la diminuzione del potere d’acquisto e l&rsquo...
21.06.2024
Svizzera

Il Canton Berna introduce per primo la carta di pagamento per richiedenti l'asilo

Il Canton Berna potrebbe essere il primo cantone a introdurre un sistema di carte di pagamento per i richiedenti l’asilo. Il Gran Consiglio bernese ha infatti ap...
14.06.2024
Svizzera

Da Minusio un sì alla riforma fiscale

Per Minusio, e per i tanti altri comuni ticinesi confrontati con un elevato numero di residenze secondarie sul proprio territorio, la riforma fiscale è di particol...
29.05.2024
Opinioni

Sfratta gli inquilini per affittare allo Stato che alloggerà richiedenti l'asilo

Negli ultimi mesi gli inquilini della Inselstrasse 62-66 a Basilea hanno visto disdire i loro contratti di locazione in vista di un'importante ristrutturazione dell&#...
29.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto