Svizzera, 30 giugno 2022

Il Consiglio nazionale fa marcia indietro sull'alleggerimento delle sanzioni del codice stradale

Dopo aver votato una seria di alleggerimenti sulle sanzioni del codice stradale negli scorsi mesi, il Consiglio nazionale fa ora parzialmente marcia indietro per paura che tutta la riforma venga affossata da un referedum.

In concreto, le sanzioni più morbide sull'ommissione di soccorso decise a marzo sono state cancellate dopo che la Commissione dei Trasporti della Camera bassa ha "deciso di riconsiderare" la sua decisione, con 22 voti contro 2.



Il Parlamento voleva inoltre abolire la pena detentiva di un anno per i reati gravi. Ora i rappresentanti eletti propongono un compromesso: mantenere la pena minima, ma aggiungere delle eccezioni "per consentire la riduzione della pena se il trasgressore non ha precedenti penali per violazioni del codice della strada o se l'eccesso di velocità è stato commesso per motivi onorevoli", afferma la stessa commissione.

Lo stesso vale per la durata del ritiro della patente, che doveva essere ridotta da un minimo di 24 mesi a 12 mesi. Anche in questo caso è stato ripristinato il periodo originario di 24 mesi. D'altra parte, una persona la cui pena detentiva di un anno sarebbe stata ridotta può anche vedersi ridurre la durata del ritiro a un minimo di 12 mesi.

"La commissione ritiene che gli emendamenti a questi due articoli consentiranno di mantenere la necessaria severità nella punizione dei reati di omissione di soccorso, raggiungendo allo stesso tempo l'obiettivo originario della revisione della legge, ovvero dare ai tribunali una maggiore discrezionalità", ha dichiarato la commissione.

Guarda anche 

Dagli USA pressioni sulla Svizzera per nuove sanzioni contro la Russia

Le sanzioni autonome contro la Russia sono in discussione questa settimana al Consiglio degli Stati. I dibattiti saranno seguiti da vicino anche negli Stati Uniti, dov...
19.09.2022
Svizzera

Presto servirà la carta d'identità per accedere alla pornografia online?

Il Consiglio nazionale ha approvato una mozione di Nik Gugger (PEV/ZH) che chiede che per accedere a contenuti pornografici online sia necessario identificarsi per verifi...
18.09.2022
Svizzera

"La Svizzera deve prepararsi a una perdita di prosperità"

Secondo il presidente del Centro Gerhard Pfister la Svizzera sta andando incontro a "tempi molto difficili" e "dobbiamo prepararci a una perdita di pros...
23.08.2022
Svizzera

"Con le sanzioni alla Russia, la nostra sicurezza è gravemente minacciata"

Per il Consigliere nazionale zurighese Roger Köppel e editore del settimanale Weltwoche le sanzioni dell'occidente, a cui anche la Svizzera ha aderito, rappresen...
11.07.2022
Svizzera