Mondo, 28 febbraio 2022

Guerra Ucraina-Russia, al via i negoziati al confine bielorusso

Quattro giorni dopo l'inizio dei combattimenti in Ucraina, che oppongono le truppe di Vladimir Putin a quelle di Volodymyr Zelensky, lunedì 28 febbraio si terranno dei colloqui per cercare di trovare un accordo tra le due parti.

Senza fornire ulteriori dettagli, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che l'incontro si sta svolgendo nella regione di Gomel, una zona vicino al confine ucraino, non lontano dalla centrale nucleare di Chernobyl. Secondo l'agenzia bielorussa Belta, citata da Le Monde, questo luogo segreto ha il nome in codice di "capanna del pescatore".

La delegazione ucraina è guidata dal ministro della difesa ucraino, Oleksiï Reznikov. È accompagnato da Mikhailo Podoliak, un consigliere presidenziale. La delegazione russa è guidata da Vladimir Medinski, un consigliere del Cremlino. 

La delegazione ucraina è arrivata in Bielorussia lunedì mattina e ha chiesto un "immediato cessate il fuoco", ha detto la presidenza ucraina. Kiev chiede il ritiro delle forze russe dal suo territorio.
Poco prima dell'inizio dei negoziati con Mosca, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto in un video ai soldati russi che hanno invaso l'Ucraina di "deporre le armi".

Mosca dice di voler raggiungere "un accordo" con Kiev nei colloqui, mentre la sua offensiva sembra incontrare più
resistenza del previsto. "Gli occupanti russi hanno rallentato il ritmo dell'offensiva, ma stanno ancora cercando di raggiungere il successo in alcune aree", ha detto lo stato maggiore ucraino in un comunicato.

"Ogni ora che il conflitto continua, cittadini e soldati ucraini muoiono. Abbiamo accettato di raggiungere un accordo, ma deve essere nell'interesse di entrambe le parti", ha detto in televisione il negoziatore russo e consigliere del Cremlino Vladimir Medinsky.

La Russia vuole soprattutto la capitolazione ucraina. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto: "Siamo pronti a negoziare in qualsiasi momento, non appena le forze armate ucraine rispondono alla chiamata del nostro presidente e depongono le armi.

L'Ucraina ha accettato domenica 27 febbraio questi negoziati con la Russia, anche se Kiev ha detto di non essere "troppo fiduciosa" che questi colloqui possano portare alla fine dell'offensiva militare russa.

Contraria in un primo momento allo svolgimento dei colloqui in Bielorussia, l'Ucraina ha finalmente accettato di partecipare dopo che il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha promesso che "gli aerei, gli elicotteri e i missili russi dispiegati sul suo territorio sarebbero rimasti a terra durante l'arrivo, i negoziati e la partenza della delegazione ucraina", secondo i commenti riportati domenica dalla presidenza ucraina.

Guarda anche 

Primo giro di vite agli Statuti S dei rifugiati ucraini

I richiedenti l'asilo ucraini potrebbero presto subire delle prime restrizioni da quanto è stato introdotto lo Statuto S A loro favore. Il Consiglio degli Stat...
13.06.2024
Svizzera

Michele Guerra eletto nuovo presidente del Gran Consiglio

La seduta di Gran Consiglio di lunedì pomeriggio si è aperta con la nomina dell'Ufficio di presidenza per l’anno parlamentare 2024/2025. Prima di ...
07.05.2024
Ticino

“La Conferenza sull'Ucraina mostrerà l'impotenza dell'Occidente, grazie Svizzera!”

Il 10 aprile scorso il Consiglio federale ha annunciato che il 15 e 16 giugno si terrà a Bürgenstock la conferenza di pace sulla guerra in Ucraina. Per l'...
04.05.2024
Svizzera

Fra i veicoli catturati dalla Russia anche un camion dell'esercito svizzero

La Russia si prepara per commemorare il Giorno della Vittoria, ossia l'anniversario della vittoria dell'Unione sovietica sulla Germania nazista. Tra i festeggiame...
01.05.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto