Svizzera, 09 febbraio 2022

60 condanne dopo i disordini di Pasqua a San Gallo

Dopo i disordini avvenuti la scorsa Pasqua nella città di San Gallo, il Ministero pubblico sangallese ha finora condannato per ordinanza penale 60 persone, per lo più per danni alla proprietà e violazione della pace. I trasgressori hanno ricevuto multe e altre pene pecuniarie.

Le sere del 26 marzo e del 2 aprile 2021 diverse centinaia di persone, per lo più giovani e giovanissimi, si sono riuniti nei pressi della stazione ferroviaria e nel centro della città di San Gallo. Quando la polizia è arrivata sul posto i presenti hanno lanciato pietre, bottiglie, pirotecnici e una molotov contro gli agenti.

Entrambi i giorni di disordini hanno provocato danni alla proprietà per diverse decine di migliaia di franchi. Un poliziotto è stato leggermente ferito e ha dovuto essere portato in ospedale. La polizia e l'ufficio del pubblico ministero hanno condotto più di 100 procedimenti penali, come ha annunciato martedì lo stesso pubblico ministero. La maggior parte dei procedimenti sono stati completati. Due dei condannati hanno fatto ricorso e il loro caso è stato rinviato alla corte distrettuale.

Per identificare gli autori, la polizia ha analizzato le registrazioni della videosorveglianza della città.
I singoli reati e le persone sono stati documentati in dossier, secondo il comunicato citato dal "Blick".

L'ufficio del pubblico ministero ha emesso 60 ordini penali, principalmente per danni alla proprietà, violazione della pace, violenza e minacce contro autorità e funzionari, nonché disobbedienza agli ordini della polizia. I trasgressori sono stati puniti con multe e sanzioni.

In due casi di inosservanza degli ordini della polizia e di violazione degli ordini di espulsione, le persone interessate hanno fatto ricorso contro gli ordini di pena. Questi casi saranno quindi giudicati in tribunale.

In 40 casi, l'ufficio del pubblico ministero ha interrotto il procedimento perché i colpevoli non potevano essere identificati. In altri nove casi, non ci sono stati procedimenti giudiziari o ordini di sospensione. Sette casi sono ancora in sospeso e tra le persone sotto inchiesta vi sono 31 minori il cui caso è stato rinviato alla giustizia minorile.

Dopo i massicci disordini del Venerdì Santo, la polizia ha impedito ulteriori disordini la domenica di Pasqua con un grande dispiegamento nel centro della città. In totale, la polizia aveva arrestato temporaneamente 80 persone e aveva emesso 650 divieti di avvicinamento.

Guarda anche 

Dà 30'000 franchi in contanti e gioielli a degli sconosciuti

Giovedì, poco prima delle 14.30, una donna di 86 anni residente a San Gallo ha ricevuto una telefonata "shock" da un sedicente agente di polizia. Questi ...
04.02.2023
Svizzera

Autore di due risse violente, viene espulso ma evita il carcere

Un cittadino kosovaro di 24 anni è comparso la scorsa settimana davanti al Tribunale distrettuale di San Gallo. L'uomo si era reso protagonista di due risse ne...
26.01.2023
Svizzera

Si prende una multa salata per essersi addormentato sulla corsia d'emergenza,

Un sabato mattina dello scorso novembre la polizia ha trovato un'auto ferma sulla corsia d'emergenza dell'autostrada A13 nel canton San Gallo. All'interno...
15.01.2023
Svizzera

Brutalmente aggredito da quattro uomini il giorno di Natale

Il giorno di Natale, un uomo di 28 anni ha chiamato la centrale di emergenza del Canton San Gallo segnalando di essere ferito. Dopo aver ricevuto la segnalazione, il serv...
10.01.2023
Svizzera