Ticino, 17 giugno 2021

Lugano: due italiani condannati ed espulsi per “la più grande truffa ai crediti Covid”

Un imprenditore e un dentista, entrambi cittadini italiani, sono stati condannati ieri dalla Corte delle assise criminali di Lugano per quella che è stata definita la più grande truffa perpetrata nell’ambito della richiesta alla Confederazione di crediti Covid.

Il primo è stato condannato a 4 anni di carcere, il secondo a 3 anni e 4 mesi. Una volta scontata la pena, entrambi saranno
espulsi dalla Svizzera.

I due, ricordiamo, erano riusciti a ingannare lo Stato incassando indebitamente oltre 1 milione e mezzo di franchi.

In aula il giudice Amos Pagnamenta ha usato parole severe nei confronti dei due imputati, in particolare del dentista, che non aveva certo bisogno di soldi visto che guadagnava più di 350mila franchi all’anno.


Guarda anche 

Rubano 10 milioni di franchi alla Roche inviando fatture false

Un ex dipendente della Roche, insieme a un complice, sono riusciti a sottrarre all'azienda farmaceutica 10,07 milioni di franchi inviando fatture falsificate. I due u...
24.07.2021
Svizzera

Chiamano la polizia per una rapina in un negozio, ma stanno girando un video

Nell'agosto 2020 a Losanna, un passante aveva segnalato alla polizia di una rapina in corso in un negozio di alimentari. Poco dopo, quattro pattuglie di polizia e due...
22.07.2021
Svizzera

Due ladri scoperti perchè sono fuggiti prendendo l'autostrada... in bicicletta

Martedì, poco prima dell'alba, due ciclisti che stavano viaggiando sull'autostrada A4 vicino a Cham (ZG) sono stati segnalati al centro di controllo della ...
21.07.2021
Svizzera

Aveva causato un incidente in cui morì un passeggero, condannato a 5 anni di carcere

Un automobilista residente nel canton Zurigo dovrà scontare più di 5 anni di carcere per aver causato un incidente in cui morì uno dei passeggeri con...
20.07.2021
Svizzera