Svizzera, 11 giugno 2021

I parlamentari a Berna dovranno rivelare le loro nazionalità. Greta Gysin è contrariata

Con 115 voti contro 64, il Consiglio nazionale ha approvato ieri una modifica dell’ordinanza sull’amministrazione del parlamento, che prevede che in futuro i parlamentari e i consiglieri federali siano obbligati a dichiarare se possiedono più nazionalità.

La nuova norma, che era stata proposta da Marco Chiesa (UDC) con un’iniziativa parlamentare, è stata osteggiata invano dalla sinistra. La verde Greta Gysin ha proposto di non entrare nemmeno in materia, sostenendo che non vi sia nessun interesse pubblico a conoscere eventuali altre nazionalità degli eletti a Berna. La richiesta di rivelare le proprie nazionalità “ha un intento tendenzioso e discriminatorio”, ha sostenuto la Gysin, secondo quanto riporta il CdT.

Tuttavia le sue argomentazioni sono state seguite solo dai suoi colleghi verdi e dai socialisti. Tutti gli altri partiti, compresi i Verdi liberali e il PPD, hanno invece accolto la modifica dell’ordinanza in  nome di una maggiore trasparenza. “Non è inutile sapere se un eletto ha una seconda nazionalità – ha detto Damien Cottier (PLR) -, specie per chi è membro di una delegazione che cura i rapporti con altri Paesi”.

Guarda anche 

"Quali sono le condizioni per revocare il certificato covid?"

L'8 settembre, il Consiglio federale ha esteso l'obbligo del certificato Covid-19 a quasi tutti i stabilimenti pubblici e altri luoghi di ritrovo al chiuso. Una m...
28.09.2021
Svizzera

Il Patto ONU per la migrazione rimane sospeso per almeno un'altro anno

Il Parlamento ha deciso di non entrare in materia sul patto ONU per la migrazione dell'ONU, almeno per il momento. Martedì, il Consiglio nazionale ha seguito i...
14.09.2021
Svizzera

Bocciato il pedaggio per stranieri al San Gottardo: "Sarebbe discriminatorio"

Il pedaggio del Brennero costa 9,50 euro sola andata. Quello dell’Arlberg 11 euro. Nel San Gottardo, invece, gli automobilisti del mondo intero potranno continuare ...
18.06.2021
Svizzera

Una Consigliera nazionale dei Verdi chiede più vasectomie

L’onere della salute sessuale e riproduttiva deve essere meglio ripartito tra donne e uomini. Ne è convinta la consigliere nazionale Stefania Prezioso Batou ...
23.05.2021
Svizzera