Svizzera, 12 giugno 2024

Dal Parlamento un primo passo verso un divieto del velo islamico nelle scuole

In Svizzera potrebbe presto essere vietato di indossare il velo islamico nelle scuole. Il Consiglio nazionale ha infatti approvato un postulato in questo senso con 104 voti favorevoli e 77 contrari.

“Tutti i bambini devono potersi sviluppare senza ostacoli nei nostri istituti di formazione, in particolare senza dover indossare il velo durante le lezioni. La laicità delle nostre scuole e le pari opportunità devono avere la precedenza sulla religione", ha sostenuto Jacqueline de Quattro (PLR/VD) che ha ripreso il postulato di Marianne Binder-Keller (Centro/AG).

“Le nostre scuole sono spazi di libertà in cui i valori del nostro Stato di diritto – libertà e pari diritti e opportunità – devono essere rispettati”, ha aggiunto la deputata vodese. “È inaccettabile che i bambini siano costretti a indossare fin da piccoli il velo, un capo di abbigliamento che li sessualizza e li discrimina chiaramente, il che è contrario agli obiettivi delle nostre scuole materne e dell’obbligo”.



Secondo de Quattro, indossare il velo ostacola l'integrazione e la libertà delle bambine e impedisce loro di partecipare pienamente alle lezioni di ginnastica o di nuoto. “Questo li mette rapidamente da parte e li rende compagni di classe che non giocano con gli altri”.

Il Consiglio federale era contrario al divieto. Secondo il ministro della Giustizia Beat Jans, "la competenza normativa nel campo della pratica religiosa spetta ai Cantoni", cantoni che sono anche responsabili dell'educazione dei bambini, ha aggiunto.

Il basilese ha anche ricordato che il Tribunale federale aveva deciso nel 2015, in una causa a San Gallo, che un divieto generale di indossare il velo per gli studenti nelle scuole pubbliche è incostituzionale e costituirebbe "un attacco grave e sproporzionato alla libertà religiosa". Jans non è però stato seguit e i suoi servizi dovranno quindi assumere il postulato.

Guarda anche 

Anche per il Consiglio nazionale la sentenza della CEDU contro la Svizzera non deve essere seguita

La sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU), che condanna la Svizzera per la sua inazione sul clima non è decisamente del gusto del Parla...
13.06.2024
Svizzera

A Berna si discute di un dietrofront sulle centrali nucleari

Il divieto di costruire nuove centrali nucleari potrebbe presto cadere. È perlomeno l'auspicio del ministro dell'Energia dell'UDC Albert Rösti che...
12.06.2024
Svizzera

Il Consiglio nazionale vota per l'apertura domenicale dei piccoli negozi

I negozi situati nei comuni più piccoli potrebbero in futuro essere aperti anche la domenica. È perlomeno ciò che vuole il Consiglio nazionale, che m...
13.03.2024
Svizzera

Licenziata dopo aver chiesto di indossare il velo a lavoro, fa causa alla Migros

Una cassiera curda di fede musulmana, che lavorava alla Migros dal 2017 e che era stata licenziata senza preavviso lo scorso luglio dopo aver espresso il desiderio di ind...
23.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto