Svizzera, 08 marzo 2021

"Misure al confine per contenere il contagio dalla Lombardia"

Vista la situazione in Lombardia sul fronte pandemico sono necessarie misure urgenti al confine. Lo sostiene il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri, il quale ha presentato un'interpellanza al Consiglio federale in cui si chiede di introdurre misure per contenere la diffusione del coronavirus dall'Italia.

Per Quadri "l’afflusso incontrollato di persone dalla Lombardia, tornata in zona 'arancione rinforzato', non è sostenibile", citando quali esempi quella della festa alle scuole medie di Locarno e della rapina a Pedrinate.

Quadri chiede quindi a Berna di introdurre misure alla frontiera, quali l'obbligo per i frontalieri di presentare un tampone negativo prima di entrare in dogana, o ancora di verificare che sia seguito l’obbligo di telelavoro, controlli ai confini, chiusura dei valichi secondari e "altre misure per limitare gli arrivi in Ticino dalla Lombardia".

Di seguito il testo integrale dell'interpellanza di Lorenzo Quadri:

Interpellanza al Consiglio federale

Pandemia: cosa aspetta il Consiglio federale ad intervenire ai confini?


La situazione in Lombardia sul fronte pandemico desta serie preoccupazioni, in particolare in considerazione del numero eccessivo di frontalieri (sia dichiarati che “in nero”) e di padroncini che tutti giorni entrano in Ticino dalle province italiane limitrofe.

Un anno fa il Ticino ha subito una disastrosa “prima ondata” a seguito delle frontiere spalancate sulla Lombardia, allora principale focolaio dell’Occidente.

E’ evidente che per ridurre i contagi occorre ridurre anche la mobilità transfrontaliera. E’ deplorevole che il CF non aderisca alle richieste in tal senso formulate dal Canton Ticino.

Allo stato attuale chiunque può entrare in Ticino dall’Italia; non solo per lavorare, ma per qualsiasi motivo.

Nei giorni scorsi ha suscitato scalpore l’arrivo a Locarno di un
sedicente “influencer” milanese il quale ha organizzato un festino notturno illegale a base di alcol ed altre sostanze nella scuola media di Locarno 1, al quale hanno partecipato varie persone (adulte), grazie alla complicità di un docente che gli ha aperto le porte dell’istituto.

Perfino i “frontalieri della rapina”, causa l’assenza di controlli, continuano ad operare indisturbati, come dimostra la recente rapina ad un distributore di benzina di Pedrinate.

La già fragile economia ticinese è in forte sofferenza per il lockdown protratto ad oltranza dal Consiglio federale a causa del fallimento della campagna di vaccinazione in Svizzera; in queste condizioni, l’afflusso incontrollato di persone dalla Lombardia, tornata in zona “arancione rinforzato”, non è sostenibile.

La Germania (Stato membro UE) ha imposto ai frontalieri provenienti dalla Francia (altro Stato membro UE) di sottoporsi ad un tampone ogni 48 ore. Non si vede perché misure analoghe non potrebbero essere prese anche dalla Svizzera.

Chiedo al CF:

- E’ intenzione del CF imporre ai frontalieri di presentare un tampone negativo prima di entrare in dogana?

- E’ intenzione del CF far rispettare l’obbligo di telelavoro anche ai frontalieri (i transiti in dogana non sembrano indicare che detto obbligo sia preso sul serio)?

- E’ intenzione del CF prendere altre misure per limitare gli arrivi in Ticino dalla Lombardia?

- E’ intenzione del CF ordinare finalmente dei controlli ai confini?

- E’ intenzione del CF ordinare finalmente la chiusura dei valichi secondari?

- Come valuta il CF il caso dell’”influencer” giunto in Ticino da Milano per organizzare un festino abusivo?

- L’unico tabù del CF sono le frontiere, che devono rimanere aperte sempre e comunque?

Lorenzo Quadri
Consigliere nazionale
Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

"La Gran Bretagna comincia a trasferire gli asilanti in Ruanda. E la Svizzera?"

Il governo svizzero sta prendendo in considerazione di riprendere il "modello inglese" di rinviare in un paese terzo i richiedenti l'asilo giunti sul suo te...
14.06.2022
Svizzera

"Sconti sulla benzina anche in Germania, basta con l’immobilismo del Consiglio federale!"

Dopo l'annuncio che anche la Germania offrirà degli sconti sulla benzina, il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri in un'interpellanza chiede che anche la S...
01.06.2022
Svizzera

"Sanzioni alla Russia, quali conseguenze per la Svizzera?"

Il Consiglio federale ha tenuto conto delle conseguenze per la Svizzera della ripresa delle sanzioni UE contro la Russia? È la domanda che il Consigliere nazionale...
11.05.2022
Svizzera

"Lugano Marittima, spazio sociale o fonte di guadagno?"

Lugano Marittima è un luogo aggregativo o un'occasione per fare cassetta ? In un'interpellanza inoltrata al Municipio di Lugano, un gruppo di consigli...
02.04.2022
Ticino