Opinioni, 02 marzo 2021

Per una Lugano semplice ed a misura d’uomo

Alzi la mano a chi non e’ capitato di rimanere bloccato nel traffico luganese almeno una volta al mese.  Lugano e’ una città fantastica, ma in certi momenti e’ trafficata come New York od almeno questa e’ la sensazione che offre ai tanti taxisti, autisti ed automobilisti che la vivono ogni giorno. Che la nostra splendida città abbia un problema di traffico bloccato/congestionato e’ sotto gli occhi di tutti.

Come in tutte le cose della vita, quando le cose non funzionano bisogna avere il coraggio di usare una sana dose di realismo ed approcciare il problema con strategie diverse. La mia idea e’ quella di rendere Lugano una città semplice e facile da attraversare, con interventi volti a rendere la circolazione intuitiva ed a fluidificare il traffico, non a disincentivarlo.

Dopotutto, prima si arriva alla destinazione, meno tempo si spende in auto con il motore acceso. Per questo negli anni le politiche volte a scoraggiare l’uso delle auto sono sempre state un fallimento. Basti pensare all’esperienza della vicina Milano, dove ad oltre un decennio dall’adozione di varie politiche disincentivanti del traffico automobilistico – compresa la creazione della cosiddetta “Area C” - l’aria della città continua ad essere tra le peggiori d’Italia.

Il motivo e’ tanto semplice quanto impietoso: per quanta gente (poca, diciamocelo, amiamo tutti la nostra indipendenza automobilistica) rinunci ad usare la propria auto, il maggior tempo speso per strada dal resto della popolazione controbilancia ampliamente la mancanza di quelle poche auto sulle strade.

Serve quindi un cambio di passo: rivedere semafori, piazze, strade e sensi di marcia, in modo da garantire semplicità di percorso e ridurre il tempo che un automobilista normalmente impiega per muoversi da un punto all’altro. Meno tempo per raggiungere la propria destinazione significa infatti piu’ tempo per la propria famiglia,
minor stress, migliore qualità di vita e, non da ultimo, minor quantità di inquinanti immessi nell’atmosfera da ogni singola auto.

Questo cambio di prospettiva passa anche e soprattutto da interventi strategici, necessari per riallacciare i vari pezzi del puzzle viario luganese e per rendere veloce ed intuitivo qualsiasi spostamento. Primo fra tutti la realizzazione in Piazza Indipendenza di una grande rotonda, che finalmente permetta agli automobilisti di fare tutto il lungo lago e, girandoci intorno, di tornare indietro. Questo intervento dovrebbe coincidere con una totale riapertura di Corso Pestalozzi nei due sensi di marcia, in modo da permettere un veloce movimento tra il Centro, il Lungolago e Cassarate. Anche la segnaletica dell’Autosilo dovrebbe essere rivista, permettendo alle auto in uscita di girare sia a destra che a sinistra.

Sistemare Piazza Indipendenza cambierebbe radicalmente il flusso del traffico a Lugano, rendendo tutto piu’ semplice ed intuitivo per cittadini e turisti. L’eventuale necessità di sostituire gli autobus doppi con due veicoli piu’ piccoli sarebbe un piccolo prezzo per migliorare la mobilità di un’intera città e la qualità di vita dei suoi cittadini.

Semplicità e fluidità. Questi, a mio parere, devono essere i parametri della mobilità luganese nei prossimi anni. Una mobilità semplice ed intuitiva, a misura d’uomo, che aiuti i commerci con la velocità di spostamento ed, al contempo, migliori la qualità di vita dei residenti non costringendoli a lunghe code o giri assurdi per arrivare sul posto di lavoro o per portare i figli a scuola.

Perche’ e’ il cittadino, i suoi bisogni e la qualità della sua vita, devono essere l’unico vero faro per l’Amministrazione Comunale. Io intendo portare la voce della semplicità in Consiglio Comunale e battermi per una Lugano semplice ed a misura d’uomo.

Guarda anche 

L’islamizzazione avanza grazie agli “utili idioti” e ai “collaborazionisti”

La votazione del 7 marzo sull’iniziativa antiburqa ha messo in luce un fatto preoccupante in ottica futura. Quasi la metà dei cittadini ha votato contro l&rs...
14.07.2021
Opinioni

Adesso ripartiamo con forza!

Cari Amiche e Amici leghisti Dallo scorso settembre ho assunto con molto piacere il compito di Segretario operativo del nostro Movimento con l’obiettivo priorita...
14.07.2021
Opinioni

Torna la Movida, Lugano c’è!

Dopo le misure annunciate dal Consiglio federale gli eventi possono finalmente ripartire. Una bella boccata d’ossigeno per tutti gli operatori del settore e per i n...
30.06.2021
Opinioni

Petkovic e gli undici nani svizzeri vanno ai quarti

Olanda, l’arancia che di meccanica non aveva niente è andata a casa. Poi, un vecchio proverbio dice che, chi beve tanta acqua, gioca nell’acqua. Alla f...
29.06.2021
Opinioni