Sport, 29 ottobre 2020

Come sperperare 1'000'000 in un’ora (senza averlo)? Chiedete a Shaq

L’ex stella della NBA, O’Neal, ha raccontato il suo primo impatto con il denaro quando aveva iniziato a giocare nella massima lega americana di basket

LOS ANGELES (USA) – Dici Shaquille O’Neal e ti viene in vengono in mente le sue schiacciate, la sua prorompente forza mostrata per anni sul parquet della NBA sia con la maglia degli Orlando Magic sia con quella dei Los Angeles Lakers. Dici Shaquille O’Neal e pensi alla sua immensa mole che usava come una clava per spazzare via tutti gli avversari quando si trovava sotto canestro. Ma “Shaq” è stato anche altro ed è stata la stella della NBA a raccontarlo, durante un’intervista rilasciata al programma americano “Shark Tank”.

Lui, cestista da 300 milioni di dollari in carriera, all’inizio della sua avventura nel massimo campionato americano di basket… ha
avuto qualche problema col denaro. Dopo aver firmato un contratto da 1'000'000 di dollari con uno sponsor si è dato alle spese pazze: auto costose, gioielli con diamanti e un weekend di lusso a Las Vegas. “In un’ora avevo sprecato tutti i soldi, ma non avevo considerato che avevo guadagnato un milione, ma non avevo un milione: non avevo idea delle tasse federali e delle imposte sul reddito”, ha spiegato.

Il direttore della sua banca riuscì a rimetterlo in riga: O’Neal, è giusto sottolinearlo, fece tesoro di questi consigli. Riuscì a cambiare e a far fruttare le sue doti e il suo denaro, diventando poi  un imprenditore. Quando si dice: sbagliando si impara.

Guarda anche 

“Il basket è fermo da anni, per questo non lo seguo più”

LUGANO - Quando parliamo di Manuel Raga, spesso e volentieri la nostra attenzione si focalizza sull’indimenticato campione messicano che ha fatto impazzire le ...
07.07.2022
Sport

“A Friborgo stagione trionfale. Ma quell’anca maledetta...”

FRIBORGO - Yuri Solcà, momò purosangue, è cresciuto cestisticamente nella SAV Vacallo e poi si trasferito nella SAM Massagno dove ha svolto...
09.06.2022
Sport

“Nella formazione ci sono tante cose da migliorare”

LUGANO - Carlos Lopes (1978) è nato a Lisbona, la bellissima capitale del Portogallo, e proprio in quella città ha cominciato a giocare a basket...
28.04.2022
Sport

“La futura casa del basket? Chiamiamola Palacedro...”

LUGANO - Alessandro Cedraschi, grande protagonista del boom del basket dei tempi che furono, da ben 56 anni è al servizio della pallacanestro: 40 come gi...
10.03.2022
Sport