Svizzera, 12 ottobre 2020

"Rinegoziare l'Accordo quadro è possibile" assicura l'ambasciatore tedesco in Svizzera

Il nuovo ambasciatore tedesco in Svizzera, Michael Flügger, ritiene che ulteriori negoziati sui punti chiave dell'accordo quadro con l'Unione europea (UE) non siano realistici. Le rinegoziazioni, invece, sono una prassi standard a Bruxelles, aggiunge il diplomatico in un'intervista pubblicata lunedì dal "Blick".

Berlino si impegnerà affinché la Svizzera possa discutere con l'UE tutte le questioni che non rientrano nei punti centrali, assicura Flügger. Se le questioni fondamentali non possono essere più discusse, continua il tedesco, le rinegoziazioni degli accordi sono frequenti nell'UE. Chiarimenti, allegati o clausole sono stati adottati per molti trattati, osserva, sottolineando che ci sono molte possibilità di ottenere garanzie in aree sensibili per la Svizzera.

A titolo di esempio, l'ambasciatore fa riferimento alla direttiva sulla cittadinanza europea, uno dei punti più controversi in Svizzera. A suo avviso, ciò non significa certo che tutti possano venire a beneficiare dell'assistenza sociale. Se questa è la preoccupazione, "possiamo certamente parlarne di nuovo", continua.

Per quanto riguarda la Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE), il suo ruolo è molto limitato, ha detto Flügger. Ha competenza giurisdizionale solo per le controversie relative al diritto europeo, osserva. "Affermare ora che l'EUJC deciderà tutto in Svizzera è semplicemente assurdo. Con questo atteggiamento difensivo, ci stiamo dimenticando a cosa serve l'accordo.

Gli accordi bilaterali hanno 21 anni, osserva. "Da allora il mondo è cambiato". Non può essere nell'interesse della Svizzera congelare le relazioni bilaterali a livello del 1999, aggiunge. Infine, il diplomatico tedesco avverte che la Commissione europea è in attesa di una risposta chiara da parte del Consiglio federale sulle sue intenzioni.

Guarda anche 

Il patrimonio complessivo di Unia è di quasi un miliardo di franchi, "i compagni sono dei buoni capitalisti"

Una recente sentenza del Tribunale federale ha rivelato parte del patrimonio a disposizione del sindacato Unia. Il più grande sindacato della Svizzera possedeva be...
17.09.2021
Svizzera

L'Ue approva 14 miliardi per cercare nuove adesioni nei balcani e la Turchia

Pioggia di soldi per i paesi balcanici non ancora membri dell'UE e la Turchia in vista di un'adesione all'Unione europea. Nei giorni scorsi il Consiglio Europ...
13.09.2021
Mondo

Una decisione irrispettosa: gli americani partono male

LUGANO - Chicago hanno schiacciato il bottone sbagliato! Il signor Joe Mansueto e i suoi accoliti hanno pensato bene di aggiungere anche Abel Braga alla lista delle ...
05.09.2021
Ticino

«Boa sorte mister». Ma è così senza senso l’esonero di Braga?

LUGANO – È stato un risveglio travagliato quello di ieri per tutti i tifosi del Lugano, per i calciatori, per gli addetti ai lavori, per noi giornalisti&hell...
02.09.2021
Sport