Svizzera, 23 aprile 2020

"Successo" per i prestiti alle aziende, "abusi meno dell'1% del totale"

Il programma di prestiti messo in atto dal Consiglio federale per mitigare gli effetti economici del Coronavirus è "coronato dal successo", sostiene il Capo del Dipartimento federale delle finanze Ueli Maurer. Finora la Confederazione ha approvato 109'000 garanzie per un totale di 17 miliardi di franchi.

Secondo il Consigliere federale, il sistema istituito dalla Svizzera è particolarmente efficace e molti media in Europa e negli Stati Uniti hanno chiesto alla Confederazione come un programma simile ha potuto
essere istituito rapidamente e direttamente. Per quanto riguarda gli abusi, probabilmente rappresentano ben meno dell'1% delle richieste, secondo il consigliere federale, che ha affermato di non essere a conoscenza di casi concreti.

Questo programma di prestiti ha come obiettivo di assicurare un minimo di liquidità nell'economia e fare in modo che la Svizzera rimanga un attore importante nell'innovazione e impedisca alla pandemia di coronavirus di provocare l'insolvenza di start-up promettenti.  

Guarda anche 

La Svizzera a un passo dalla recessione

"In molti dei partner commerciali europei della Svizzera, il mix tossico di carenza energetica e aumento massiccio dei prezzi di gas ed elettricità sta gi&...
16.09.2022
Svizzera

L'inflazione continua a crescere, +3,4% a giugno

L'Ufficio federale di statistica ha pubblicato questa mattina i nuovi dati sull'inflazione in Svizzera, dati che mostrano un ulteriore aumento che viene spiegato ...
04.07.2022
Svizzera

Dopo quasi due mesi, a Shanghai si comincia ad allentare il lockdown

Martedì le autorità di Shanghai hanno dichiarato di aver "sconfitto" il coronavirus e che non sono stati trovati nuovi casi positivi (escluse le s...
26.05.2022
Mondo

Tre mesi dopo le sanzioni occidentali il rublo russo è la valuta più performante del 2022

Il rublo russo giovedì è diventato la valuta più performante del mondo nel 2022, superando il real brasiliano. Questo a poco meno di tre mesi dopo...
13.05.2022
Mondo