Svizzera, 13 aprile 2020

"Dall'inizio della pandemia i divorzi sono aumentati del 25%"

Sono già diverse settimane che le misure per contrastare la pandemia di Coronavirus sono in vigore e la popolazione è invitata a stare a casa. Ma che effetto ha il confino sui matrimoni degli svizzeri ? Il sito della RTS ha rilevato come, nelle ultime settimane, il numero di divorzi online è aumentato considerevolmente. Un fenomeno non per forza nuovo, ma che con la pandemia ha trovato un ulteriore slancio.

Come testimonia Claudio Bocchia, co-fondatore del sito "easyydivorce.ch", un'azienda che si occupa di divorzi online, il quale si aspetta un esplosione di divorzi dopo la fine della pandemia: "Abbiamo visto che in Cina vi è stata un'esplosione di divorzi alla fine della crisi. Accadrà anche in Europa" sostiene Bocchia, interpellato dalla RTS.

Dall'arrivo del Covid-19, l'imprenditore ha notato un aumento delle procedure di divorzio del 25%.

Ma per altri, è ancora troppo presto per trarre le conseguenze del contenimento. In realtà, fanno notare, la domanda aumenta ogni anno in primavera.

"Ci sono più richieste nei mesi di febbraio e marzo, perché seguono l'ultimo tentativo di far funzionare la coppia a Natale, come nel caso di settembre e ottobre dopo le vacanze estiva", spiega da parte sua
Douglas Hornung, fondatore del sito divorce.ch.

L'aumento delle procedure online, potrebbe essere dovuto semplicemente alla maggior difficoltà ad incontrare avvocati di persona rispetto a prima. Ma un altro motivo, oltre alla rapidità e comodità offerta dalla rete, potrebbe essere il prezzo, in un periodo in cui molti preferiscono, o ne sono costretti, a evitare spese troppo importanti

Come è stato il caso di Anne, 33 anni e sposata da quasi 10 anni che racconta, sempre alla RTS, perchè ha deciso di sciogliere l'unione con il suo ex marito attraverso un sito internet.

"Negli ultimi anni, la relazione si era evoluta molto (...) Abbiamo preso la decisione di divorziare all'inizio di febbraio. Nei pochi mesi in cui avevamo programmato di effettuare la separazione, ci siamo trovati ognuno confinati a casa sua. È abbastanza originale!".

La procedura online ha due grandi vantaggi. In primo luogo, in assenza di avvocati che rappresentano ciascuno una parte, costa solo 1'000 franchi e, soprattutto, spinge la coppia a concordare tutti i termini.

"Che sia legato alla casa o ai bambini, quando siamo d'accordo e abbiamo le stesse idee, è molto più facile fare questo tipo di processo", conferma Anne.

Guarda anche 

Wanda e Mauro… tra un bluff e l’altro è guerra da 60'000’000

ISTANBUL (Turchia) – È finita davvero o è solo un bluff social? Lo capiremo a breve, anche se la coppia formata da Mauro Icardi e da Wanda Nara ci ha ...
29.09.2022
Magazine

Sotto con la Cechia, tra salvezza ed Euro 2024

SAN GALLO – Croazia, Olanda, Italia e… Spagna o Portogallo. Saranno queste le nazionali che il prossimo giugno si sfideranno nella Final Four di Nations Leag...
27.09.2022
Sport

“Non esistono messaggi erotici”: la Blasi va all’attacco

ROMA (Italia) – ‘C’eravamo tanto amati’ era il titolo di un film del lontano 1974. ‘Ci eravamo tanto amati’ potrebbe essere anche il t...
20.09.2022
Magazine

Lugano, missione compiuta. Ora si fa sul serio. E l’Arbedo-Castione…

LUGANO – Tutto secondo pronostico, tutto come ci si aspettava: anche il Lugano, insieme al sorprendente Arbedo-Castione, ieri ha superato lo scoglio dei 1/16 di fin...
19.09.2022
Sport