Svizzera, 17 marzo 2020

Koch mette in guardia: "Siamo all'inizio"

Nuova conferenza stampa da Berna, a poche ore dalle misure straordinarie adottate ieri. A prendere la parola, tra gli altri, e le sue sono le dichiarazioni più significative,  Daniel Koch, capo della Divisione malattie trasmissibili.

“La popolazione deve assolutamente seguire le indicazioni delle autorità. Non possiamo stoppare il virus, ma proteggere le persone a rischio dal coronavirus. La Svizzera non è che all’inizio dei contagi”. Tradotto: o si rispettano le misure oppure aumenteranno i morti.

Che oggi sono saliti a quota 25, con 2’650 contagi di cui 2’269 confermati.

Come in Ticino, anche in tutto il resto del paese le aziende stanno prendendo di mira i centralini telefonici per capire cosa fare. Un altro fronte che preoccupa è quello
degli svizzeri all’estero, che rischiano di rimanere bloccati, ha sostenuto poi Hans-Peter Lenz, capo del Centro di gestione delle crisi del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Sono stati organizzati, per esempio, cinque voli per turisti che si trovavano in Marocco. Il consiglio è quello di rientrare il prima possibile.

Non è detto che non saranno chiusi altri valichi, si è poi detto. “Si può inoltre notare una riduzione significativa del traffico passeggeri transfrontaliero: ieri ad esempio in Ticino abbiamo registrato un calo del 73% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. In tutta la Svizzera, il calo è del 37%” ha quantificato Christian Bock, dell’AFD.

Infine, l’esercito è sempre pronto all’intervento.

Guarda anche 

"Niente seconda ondata di coronavirus"

Sono dichiarazioni destinate a fare discutere quelle rilasciate dal membro della task force scientifica della Confederazione Marcel Tanner, secondo il quale "non ci ...
28.05.2020
Svizzera

A Ginevra i clandestini saranno risarciti per non aver potuto lavorare

Indennizzati per non aver potuto lavorare, pur non avendo il diritto di risiedere o lavorare in Svizzera. La chiusura parziale delle attività economiche causata da...
28.05.2020
Svizzera

Frontiere, con l'Italia non c'è ancora una data. Ma non sarà sicuramente il 3 giugno

Il Consiglio federale intende allentare ulteriormente, in sintonia con le tappe dell’apertura economica, le restrizioni d’entrata in seguito al coronavirus. D...
27.05.2020
Svizzera

Ecco tutti gli allentamenti previsti dal 6 giugno

Il 6 giugno 2020 saranno allentati in ampia misura i provvedimenti adottati per combattere il nuovo coronavirus. È quanto ha deciso il Consiglio federale nella ...
27.05.2020
Svizzera