Sport, 09 febbraio 2020

“Con lo stadio quasi vuoto si fa un regalo agli avversari”

Fernando Corti, tifoso bianconero DOC, difende la politica di Renzetti e lancia un monito

LUGANO - Fernando Corti: sabato scorso contro lo Xamax c’erano appena duemila spettatori. Materia su cui riflettere, anche se il problema del pubblico a Cornaredo è ormai datato.
Ricordo che la capienza massima è di 6'330 spettatori e che mediamente la struttura (non può essere considerato uno stadio) è frequentata mediamente dal 35-50%. Ginevra col Servette al 4° posto ha una media del 25% (stadio 30'000). Alla gente piace vincere. A Lugano manca il pubblico, i tifosi ci sono e sono fedeli, con le vittorie e la sensazione di poter primeggiare con le regine di Super League arriverà anche il pubblico. L’entusiasmo generato dalla partecipazione alla competizione di Europa League è stato 'fucilato' dall’obbligo di giocare a Lucerna e San Gallo. Potendo disputare gli incontri a Lugano il pubblico avrebbe ritrovato la strada per Cornaredo in queste condizioni l'opportunità è stata gettata alle ortiche.

Non crede che certi atteggiamenti polemici del presidente abbiano spazientito i tifosi?
Angelo Renzetti è uno migliori presidenti che il FC Lugano abbia mai avuto. Coraggioso, sincero, solo e con licenze ottenute al primo grado. What else?

Basta un presidente generoso e competente? Non ci vorrebbe anche “savoir fare” alla Gilbert Facchinetti per catturare simpatie e affetto. Che ne pensa?
Con i suoi commenti a caldo ha fatto e sta facendo la fortuna dei media. Alcune critiche sono legittime, ma lui è il presidente, noi siamo i tifosi e sostenitori del Football Club Lugano chi dal 1908 chi dal 2020, non siamo nemmeno allenatori e direttori sportivi. Ognuno faccia la propria parte, anche la più facile come quella di recarsi a Cornaredo a sostenere i ragazzi risulta complicata e vogliamo criticare Renzetti....

A Lugano, sia nell’hockey sia nel calcio, i tifosi pensano che si debba sempre e solo vincere. Una mentalità tipicamente sbroja...
Premetto che i tifosi del Football Club Lugano vengono allo stadio anche dal Locarnese, dalla Valmaggia, da! Bellinzonese, dalla Val di Blenio, dal Mendrisiotto e dalla Svizzera tedesca. Detto ciò, a nessuno piace perdere, nemmeno al nostro Re Sbroja. Paragone azzardato con l'hockey. L'HCL gioca per il titolo da 30 anni, struttura oramai solida. Non ha mai temuto la retrocessione ed ha avuto stranieri di grandezza internazionale paragonabili a Franz Beckenbauer (Petteri Nummelin), Andrea Pirlo (Kent Johannsson) e Marco van Basten (Ville Peltonen). Il calcio moderno a Cornaredo non è ancora arrivato e la massa critica del Canton Ticino è quella che è servono ogni anno miracoli nello sport d'élite calcio, hockey, basket, pallavolo, pallanuoto ecc. La storia racconta che il Football Club Lugano ha avuto un percorso piuttosto doloroso le cui cicatrici le trovi ancora oggi nelle vie del Centro.

Il calcio a Lugano soffre la concorrenza dell’hockey?
E il calendario dell'hockey che favorisce l'accesso a questi eventi sportivi, inoltre invade un po ' il calendario calcistico iniziando già a settembre... Il calcio lo si gioca a luglio/agosto a 40° in pieno periodo delle vacanze e chiusura scuole, inoltre le partite invernali la sera a 5 gradi.... Se devo comperare un abbonamento da spettatore (pubblico) e non da tifoso....

Il presidente reclama che è solo e nessuno lo aiuta. Ma forse ci sarà un motivo o credi che il calcio fatto così non interessa più a nessuno?
Il calcio svizzero è troppo caro. I costi di gestione di una squadra di professionisti (salari e società) sono 'veri'. La massa critica (pubblico e share televisivo) non è sufficiente per attirare investitori. I diritti televisivi sono diversi da altre realtà e se penso al ranking delle compagini svizzere nelle competizioni europee dove circolano 'soldi veri'....non sono tranquillo per l'attrattività del nostro campionato. Aggiungo inoltre che la città, i commerci, la distribuzione, gli esercenti non si identificano con lo sport d'élite. Finali di playoff HCL, nulla; Lugano in finale di Coppa Svizzera e partecipazione all Europa League nemmeno un gagliardetto in vetrina. Si può fare meglio.

Veniamo alla questione Team Ticino: il Lugano, pur avendo ragioni da vendere, non si è certo fatta una bella pubblicità in giro. Si dice che il club bianconero assuma atteggiamenti da primo della classe o da presunto padre padrone del vapore.
Preferisco guardare avanti ed augurare buon lavoro a! comitato che verrà ed allo staff tecnico. Vedrei un campionato di Challenge League con le squadre U21 delle compagini di Super League ricreando il campionato 'delle riserve'. La Challenge League soffre troppo e assorbe troppe energie in risorse umane e finanziarie che potrebbero essere meglio valorizzate in società di Super League.

Che idea si è fatto di Novoselsky?
Un uomo entusiasta che ha portato a Lugano quel progetto su '5-8 anni' che tutti auspicavano, ma che nessuno ha mai potuto realizzare. Il signor Novoselsky ha trovato un vuoto organizzativo ed ha investito tanti (ma tanti veramente) soldi suoi, senza chiedere niente a nessuno. Tanto di cappello e consolidiamo il dialogo con questo uomo che voleva farsi adottare dai ticinesi.

Crede che con la nuova struttura il pubblico riprenderà la via dello stadio? Oppure è sola una storia...
Nel Football Club Lugano vi sono professionisti quali Michele Campana e Luca Pedroni che hanno fatto sacrifici e miracoli per affrontare al meglio la Super League e l'Europa League. Stanno lavorando sulla nuova struttura con grande serietà. Le loro conoscenze ed esperienze sono preziose e non deluderanno le aspettative della maggior parte dei tifosi e politici impegnati in questo progetto.

Molti tifosi sono rimasti delusi dal mercato invernale del Lugano. Cosa ne pensa a proposito?
Massimo rispetto per la dirigenza. Ho fiducia nella rosa e nello staff tecnico, i ragazzi hanno maturato l'ennesima esperienza europea e sono cresciuti molto. Scendere in campo a Cornaredo con gli spalti non pieni è un regalo ai nostri avversari e... agli arbitri. I nostri ragazzi meritano calore e supporto, forse l'acquisto migliore sarebbe il 'dodicesimo' uomo...

Il posto in Super League è in bilico?
Il posto in Super League è sempre stato in bilico, prendere coscienza del miracolo calcistico di Angelo Renzetti e dei suoi partner farebbe forse ritrovare la strada per Cornaredo a più tifosi bianconeri.

MDD

Guarda anche 

Mountain bike? Scopri il top del Ticino

Lugano - Per tutto il 2020 prosegue a gonfie vele, anzi a “gonfie ruote”, la collaborazione di Lugano Region con il pluricampione mondiale e olimpico Nino Sch...
27.02.2020
Ticino

"Lugano è diventata troppo Italian style"

Oggi a presentarsi è Flavio Pesciallo, candidato uscente per il Consiglio comunale di Lugano che il prossimo 5 aprile cercherà di mantenere il suo posto nel...
27.02.2020
Ticino

Nella giornata dei pareggi, al Lugano non basta Janga

LUGANO – Certo la vittoria non è arrivata – ma le conferma e la continuità di risultati quest’anno non sono certo di casa a Lugano –...
24.02.2020
Sport

Coronavirus: Ferma la Serie A… a rischio anche l’Europa League. C’è chi propone: “Giochiamola in Svizzera”

MILANO (Italia) – La Serie A nella giornata di ieri si è fermata: ben quattro partite non si sono disputate per il Coronavirus, tra questa Inter-Sampdoria ch...
24.02.2020
Sport