Svizzera, 23 dicembre 2019

Cassis prende l'aereo da Zurigo a Berna, i media polemizzano

Non ha fatto piacere a diverse testate mediatiche il fatto che Ignazio Cassis abbia preso l'aereo per recarsi a Berna da Zurigo per arrivare puntuale a un incontro con il commissario europeo Johannes Hahn mercoledì scorso. La "notizia" è stata resa nota inizialmente da "LeMatin Dimanche" e "SonntagsZeitung" e poi ripresa da quasi le testate che, praticamente all'unisono, rinfacciano a Cassis una presunta scarsa sensibilità ambientale.

Cassis viene inoltre criticato per aver preso l'aereo appena cinque giorni dopo la presentazione, da parte del Consiglio federale, del piano messo in atto per raggiungere la neutralità climatica entro il 2030, in i cui dipendenti pubblici sono tenuti a prendere il treno quando il viaggio dura meno di sei ore, secondo questa tabella di marcia. Quindi come nel caso del tragitto Zurigo-Berna, che dura meno di un'ora in treno.

Contattato, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) invoca "motivi di agenda" per spiegare la scelta del suo ministro. Le "Matin Dimanche" fa notare tuttavia che per raggiungere l'aeroporto di Berna-Belp in auto, ci vogliono già 20 minuti dal centro della capitale federale, mentre il viaggio in treno Berna-Zurigo dura meno di un'ora.

Cassis generalmente prende il treno per gite di un giorno, secondo un comunicato del DFAE. Mercoledì scorso, tuttavia, il consigliere federale aveva ancora un appuntamento a Berna prima dell'incontro con Johannes Hahn. "Il suo interlocutore aveva solo una finestra temporale definita all'aeroporto di Zurigo senza avere molto tempo da dedicare ad essa", spiega il dipartimento. In tali circostanze, è stato deciso di utilizzare l'aereo come mezzo di trasporto.

I voli con il jet del Consiglio federale vengono utilizzati anche dai piloti dell'Aeronautica per raggiungere il numero richiesto di ore di volo. "I piloti devono volare e se nessun membro del Consiglio federale sta volando, volano invece vuoti".

Da notare che, se i media polemizzano, nessun partito o esponente politico sembra finora aver criticato Cassis per il suo viaggio. Anche gli utenti sembrano trovare le critiche esagerate. Sul portale "20 minuten", in risposta a uno dei tanti articoli polemici verso Cassis, dei 160 commenti pubblicati quelli più apprezzati dai lettori giudicano la polemica ecessiva e denunciano un'"isteria" sul tema del clima e delle emissioni di CO2.

Guarda anche 

Il giudice politicizzato ed i fascisti climatici

Una sentenza scandalosa, degna di una Repubblica delle banane. Questa è l’unica definizione possibile per l’astrusa decisione, presa dal giudice unico ...
17.01.2020
Opinioni

Clima, si precisa la tassa sui biglietti aerei

I biglietti aerei dovrebbero essere tassati. La commissione del Consiglio nazionale competente sulla questione desidera includere questa misura nella legge sul CO2, legge...
16.01.2020
Svizzera

“Sono grato ai giovani attivisti del clima!”. “Federer deve dimostrarlo…”

MELBOURNE (Australia) – Dopo l’attacco ricevuto negli scorsi giorni in merito ai suoi legami di sponsorizzazione con il Credit Suisse, Roger Federer da Melbou...
12.01.2020
Sport

Gli ambientalisti prendono di mira anche Roger Federer

BASILEA – Da noi è in assoluto lo sportivo svizzero più seguito, più amato e ammirato. Non solo per i suoi innumerevoli successi, ma anche per ...
10.01.2020
Sport