Svizzera, 19 dicembre 2019

Una Commissione vuole dare una carta d'identità agli asilanti respinti

Nonostante una decisione negativa, migliaia di richiedenti l'asilo la cui domanda è stata respinta vivono in Svizzera, a volte per anni. Un rapporto della Commissione federale della migrazione (CFM) stima che alla fine del 2017, circa 8'500 richiedenti l'asilo la cui domanda ha avuto esito negativo si trovano in Svizzera vivendo con aiuti d'emergenza. La Commissione intende cambiare questa situazione proponendo di emettere una nuova carta d'identità.

"Questo gruppo di persone dovrebbe ricevere una carta d'identità in modo da non essere multato ripetutamente per la loro presenza illegale durante i controlli di polizia", ​​scrivono gli autori. Tale documento "pone fine all'illegalità del soggiorno". Non tutti i richiedenti l'asilo respinti ricevono l'aiuto di emergenza. Secondo lo studio, tra le 8000 e le 33'000 persone sono scomparse e le autorità non sanno dove siano. Anche per questo gruppo, lo studio suggerisce miglioramenti: in futuro dovrebbero poter beneficiare di autorizzazioni eccezionali e quindi rimanere (in Svizzera).  

Fonte

Guarda anche 

Grecia, dall'UE 2'000 euro a ogni migrante che tornerà al suo paese d'origine

L'Unione europea e la Grecia hanno annunciato giovedì 12 marzo ad Atene un'incentivo finanziario per incoraggiare 5'000 dei migranti presenti nei campi...
13.03.2020
Mondo

Caos asilo dietro l'angolo!

Come c’era da attendersi, mentre i media parlano solo di virus, contagi e quarantene (l’unico vantaggio è che, da un paio di settimane, le boiate degli...
08.03.2020
Svizzera

Ha la tubercolosi, quindi può restare in Svizzera

La signora Giuseppina Santoro di SOS Ticino è riuscita a trattenere in Ticino un giovane gambiano che soffre di dermatopolimiosite idiopatica e di tubercolosi late...
07.03.2020
Svizzera

Vuole l’asilo politico perché le hanno rubato in casa

La Svizzera concede l’asilo politico alle persone che dimostrano di essere perseguitate in patria per motivi politici, religiosi o razziali. Evidentemente il concet...
06.03.2020
Svizzera