Ticino, 02 dicembre 2019

Decreto d'accusa per l'agente della Comunale di Lugano

Il Ministero pubblico comunica che il Procuratore generale Andrea Pagani ha emanato un decreto d'accusa nei confronti di un agente della Polizia della Città di Lugano, che, nel frattempo, si è licenziato. Le ipotesi di reato sono quelle di appropriazione indebita qualificata (siccome commessa da un funzionario di polizia), abuso di autorità e sottrazione di cose requisite o sequestrate.

I fatti oggetto del procedimento penale, aperto all'inizio di ottobre

del 2019, risalgono al 2015 e riguardano in particolare due pistole sequestrate che sono state in seguito vendute dall'imputato a un'ignara armeria per complessivi 350 franchi.

Nel decreto d'accusa viene proposta una pena pecuniaria di 90 aliquote giornaliere sospesa condizionalmente per un periodo di prova di 2 anni con accollo di tassa e spese giudiziarie. L'ex agente avrà ora 10 giorni di tempo per interporre eventuale opposizione. 
 

Guarda anche 

Finanze cantonali, cifre migliori del previsto

In base al rendiconto intermedio di fine aprile 2021, il Consiglio di Stato ha preso conoscenza dell’andamento delle finanze cantonali. L’aggiornamento delle ...
16.06.2021
Ticino

Tonini regala la sciarpa svizzera a Papa Francesco: "Momento che vale una vita"

*Post Facebook di Stefano Tonini Ci sono momenti che valgono un viaggio. Altri forse addirittura una vita. E penso che il mio di questa mattina con Papa Fra...
16.06.2021
Ticino

Latitante turco arrestato mentre tenta di entrare in Ticino

Un 42enne latitante turco è stato arrestato dalla polizia di frontiera italiana mentre tentava di entrare in Ticino dalla dogana di Pizzamiglio. Si era reso irr...
16.06.2021
Ticino

Cadenazzo, incendio dopo esercitazione militare

La Polizia cantonale comunica che il 15.06.2021, poco prima delle 22, è scoppiato un incendio all'interno di uno stabile in via Monte Ceneri a Cadenazzo. Per c...
16.06.2021
Ticino