Sport, 03 dicembre 2019

“Lo sport ticinese d’oggi? Dispersione di forze e mezzi”

A colloquio con Mauro Pini, direttore degli impianti di Airolo-Pesciüm

LUGANO - Mauro Pini da circa un anno si è lanciato in una sfida che lui stesso definisce intrigante: ha assunto la direzione degli impianti di risalita di Airolo Pesciüm.

“Sono tornato a casa per il bene della regione”, dice orgoglioso. E Mauro quando s’imbarca in una nuova avventura ha un solo obiettivo: vincere, con la stessa passione e l’identica competenza che gli hanno permesso di allenare con successo autentici campioni quali Didier Cuche, Lara Gut e Tina Maze, e farsi apprezzare quale opioninista delle gare di sci alpino dai microfoni della TV di Stato.  “Quando Mauro spiega le dinamiche di una discesa o l’attitudine di un’atleta si resta meravigliati per la semplicità e la chiarezza che esprime”, diceva di lui un noto personaggio politico non molto addentro alla disciplina della neve. Parole chiare, semplici ed efficaci, insomma, le stesse che ha sciorinato nell’appuntamento della domenica con i nostri lettori. 

Il suo maggior pregio? 
Non tocca a me dirlo…. 

Il suo peggior difetto? 
Mah… 

Che qualità deve avere una donna per piacerle? 
Una spiccata personalità.

Un uomo per essere tale deve… 
Avere delle visioni.

Cosa le fa più paura della vita? 
Perdere la salute.

Attore preferito? 
Bradley Cooper.

Attrice preferita? 
Charlize Theron.

La radio? 
Radio America Rock.

La TV? 
RSI e Teleticino.

Giornale o TV? 
Entrambi.

Cantante uomo preferito? 
Deep Purple.

Cantante donna preferita? 
Patty Smith.

La canzone? 
Simple Man dei Lynyrd e Skynyrd.

Libro preferito? 
Il vecchio che leggeva romanzi d’amore.

Lo scrittore (o la scrittrice)? 
Luis Sepulveda.

Il film? 
Bohemian Rhapsody.

La cosa che la fa più arrabbiare? 
La manipolazione delle notizie.

Se diciamo sci cosa risponde? 
La mia vita, la mia passione.

Michela Figini o Lara Gut?
Tutte e due. Ognuna ha caratterizzato un’epoca.

Il miglior sciatore di sempre…
Una lista lunga: Aamodt, Meyer, Girardelli, Klammer, Zurbriggen. Difficile sceglierne uno.

E la miglior sciatrice… 
Lindsey Vonn, senza dubbio.

Per chi tifa nello sci?
Per tutti coloro che vengono da federazioni poco strutturate e provano a ritagliarsi uno spazio importante… 

Ambrì Piotta o Lugano? 
Sono leventinese… 

Miglior gara commentata?
Emozionalmente certamente la discesa di Beaver Creek vinta da Tina Maze! 

La sfida di Airolo?
Intrigante, eccome! 

Lo sport in Ticino?
Dispersione di forze e mezzi.

MDD

Guarda anche 

Ticinowine: Una debole ripresa, ma le incertezze per il futuro restano.

Comunicato stampa  Ticinowine - Mai come quest’anno, ci si è avvicinati alla vendemmia con tante incertezze. Le vendite del 2019 avevano re...
06.08.2020
Ticino

Valentina Sampaio: la prima modella transgender di Sports Illustrated

BRASILIA (Brasile) – La 23enne Valentina Sampaio è la prima modella transgender  a conquistare la copertina di Sports Illustrated. “Emozionata ed ...
26.07.2020
Magazine

La rivincita delle seconde case in Ticino

L’estate è iniziata, nonostante le grandi incertezze dovute alle misure di sicurezza imposte per combattere la diffusione del Covid-19, cerchiamo di capir...
20.07.2020
Ticino

“È tempo di sfatare certi miti: il rugby 7, uno sport per tutti”

LUGANO - Mattia Sacchi, un tempo capo-redattore del Mattinonline e prim’ancora capitano di lungo corso sulle navi mercantili, ha deciso di fondare una squ...
21.07.2020
Sport