Mondo, 08 novembre 2019

"Le donne che vivono con il minimo vitale non dovrebbero divorziare", licenziata giornalista

Una donna che vive con il minimo vitale non dovrebbe divorziare. Il controverso proposito è stato espresso lunedì da Julie Graziani (nella foto), un'editorialista francese, durante una trasmissione TV in cui si discuteva di testimonianze di madri single che criticavano Emmanuel Macron.

"Cosa hanno fatto per finire con il salario minimo? Ha lavorato bene a scuola? Ha studiato? E poi, se viviamo con il minimo vitale, forse sarebbe il caso di divorziare, in questi casi! "

Non ha fatto tempo a pronunciare queste parole che la rete è esplosa contro Graziani, la quale, più tardi a trasmissione finita, ha poi pubblicato dei messaggi in cui confermava senza alcun patema quello che aveva detto in TV.

Cattiva idea, perlomeno dal punto di vista professionale, dal momento che oggi il giornale per cui lavorava, “L'incorrect”, ha annunciato di aver cessato qualsiasi collaborazione con Graziani.

"Dopo un ragionevole periodo di riflessione, dandogli sia il tempo di tornare in sè che di fuggire dalla bufera mediatica in modo dignitoso, la redazione di "L'incorrect" ha deciso che Julie Graziani non poteva più rappresentarlo, in televisione o altrove, sui social network o in alcuni media", scrive Jacques de Guillebon, direttore editoriale del giornale.

"Sembra che da questo triste passaggio, e nonostante i nostri consigli e obiezioni, Julie Graziani non sia stata minimamente consapevole della natura scandalosa delle sue parole, e al contrario, stanno sempre più assomigliando al disprezzo macroniano per quelli che 'non sono niente', testimoniano i suoi messaggi e video su Twitter per esempio", continua de Guillebon.
Da parte sua, Julie Graziani ha confermato la cessazione della collaborazione con un laconico tweet: "A partire da oggi è terminata la mia collaborazione con l'Incorrect".

Guarda anche 

In Canada un automobilista è indagato per aver lasciato il segno dei pneumatici su strisce pedonali arcobaleno

La polizia di West Vancouver, in Canada, ha accusato un uomo di aver compiuto un "gesto di odio" per aver "deturpato" delle strisce pedonali pitturate...
11.07.2020
Mondo

L'Italia vuole allungare lo stato d'emergenza. Salvini: "Contrario"

Il premier italiano Giuseppe Conte lo ha annunciato questa mattina. Lo stato d’emergenza, in Italia, verrà prorogato fino al 31 dicembre. “Ci sono &nda...
10.07.2020
Mondo

In India serie di fulmini causano centinaia di morti

Almeno 147 persone sono state uccise da fulmini nello stato indiano del Bihar nord-orientale negli ultimi 10 giorni, con il già grave clima monsonico che si &egrav...
10.07.2020
Mondo

Da Rushdie a J.K. Rowling: 150 intellettuali contro la "cultura gogna" della sinistra

150 personalità tra intellettuali, scrittori, artisti e pensatori ha firmato una lettera per denunciare quella che ritengono essere un clima di "gogna pubblic...
09.07.2020
Mondo