Mondo, 08 novembre 2019

"Le donne che vivono con il minimo vitale non dovrebbero divorziare", licenziata giornalista

Una donna che vive con il minimo vitale non dovrebbe divorziare. Il controverso proposito è stato espresso lunedì da Julie Graziani (nella foto), un'editorialista francese, durante una trasmissione TV in cui si discuteva di testimonianze di madri single che criticavano Emmanuel Macron.

"Cosa hanno fatto per finire con il salario minimo? Ha lavorato bene a scuola? Ha studiato? E poi, se viviamo con il minimo vitale, forse sarebbe il caso di divorziare, in questi casi! "

Non ha fatto tempo a pronunciare queste parole che la rete è esplosa contro Graziani, la quale, più tardi a trasmissione finita, ha poi pubblicato dei messaggi in cui confermava senza alcun patema quello che aveva detto in TV.

Cattiva idea, perlomeno dal punto di vista professionale, dal momento che oggi il giornale per cui lavorava, “L'incorrect”, ha annunciato di aver cessato qualsiasi collaborazione con Graziani.

"Dopo un ragionevole periodo di riflessione, dandogli sia il tempo di tornare in sè che di fuggire dalla bufera mediatica in modo dignitoso, la redazione di "L'incorrect" ha deciso che Julie Graziani non poteva più rappresentarlo, in televisione o altrove, sui social network o in alcuni media", scrive Jacques de Guillebon, direttore editoriale del giornale.

"Sembra che da questo triste passaggio, e nonostante i nostri consigli e obiezioni, Julie Graziani non sia stata minimamente consapevole della natura scandalosa delle sue parole, e al contrario, stanno sempre più assomigliando al disprezzo macroniano per quelli che 'non sono niente', testimoniano i suoi messaggi e video su Twitter per esempio", continua de Guillebon.
Da parte sua, Julie Graziani ha confermato la cessazione della collaborazione con un laconico tweet: "A partire da oggi è terminata la mia collaborazione con l'Incorrect".

Guarda anche 

Austria: Migranti inscenano delle finte esecuzioni, "la popolazione ha paura"

"Ci sono stati degli spari: molte persone li hanno sentiti nel quartiere, sono i giovani immigrati che giocano alla guerra nel nostro Grätzel", racconta un...
12.11.2019
Mondo

IKEA abolisce il Natale e lo rimpiazza con "festa d'inverno", "questa sottomissione al politicamente corretto sta diventando estenuante"

IKEA è stata criticata per aver usato il nome neutro "Winterfest" (letteralmente “festa d'inverno”) per la sua collezione di decorazioni ...
11.11.2019
Mondo

Svezia, quattro migranti arrestati per uno stupro di gruppo su una ragazzina 13enne

Quattro eritrei sono stati arrestati con l'accusa di aver brutalmente violentato una ragazza svedese di 13 anni, a Hallsberg, nel centro del paese scandinavo. Gli ...
11.11.2019
Mondo

La Turchia ha iniziato a espellere i jihadisti "occidentali" in Europa, "sono vostri, fatene quello che volete"

La Turchia ha iniziato lunedì ad espellere i membri stranieri del gruppo dello Stato Islamico (ISIS) che detiene, annunciando il “rimpatrio” di un jiha...
11.11.2019
Mondo