Opinioni, 24 ottobre 2019

Potenziamento trasporto pubblico, in arrivo 300 posti di lavoro

Il Dipartimento del territorio ha presentato il Messaggio che sarà sottoposto per approvazione al Gran Consiglio concernente l’approvazione dell’offerta di trasporto pubblico 2021 in funzione dell’apertura della galleria di base del Ceneri e lo stanziamento di un credito di CHF 461,4 milioni per il finanziamento del trasporto pubblico per il periodo 2020- 2023. Vi sarà un grande potenziamento di trasporto pubblico su gomma e ferrovia che dovrebbe risultare più frequente ed esteso sul territorio. Grazie ai convogli regionali si ridurranno notevolmente i tempi di percorrenza tra il Sotto e Sopraceneri.

Un’altra buona notizia è che saranno creati circa 300 nuovi posti di lavoro come conducenti, questo numero non tiene in considerazione il personale che lavora nelle officine o nelle amministrazioni e che grazie al “primanostrismo” permetterà di impiegare personale residente. Ricordo che Claudio Zali lo scorso anno ha dato seguito all’iniziativa parlamentare “Prima i nostri”con la modifica della Legge sui trasporti pubblici del 1994 che prevede l’introduzione della preferenza indigena per l’assunzione del personale delle aziende di trasporto beneficiarie di contributi pubblici.

La speranza è che il cantone possa farsi promotore anche con le FFS per migliorare la situazione sui treni dove le persone sono stipate una sopra l’altra e vi è un grande disservizio. I costi dei biglietti, che nel paragone con i paesi circostanti sono nettamente più alti, non sono giustificati. Di questo passo non sarà facile instaurare nei cittadini la buona abitudine a lasciare a casa la propria auto e utilizzare i mezzi pubblici.  

Andrea Sanvido, consigliere comunale a Lugano

Guarda anche 

"Sul polo sportivo non cadiamo nel tranello di litigare"

Ho letto le parole di Fulvio Pelli sul Corriere del Ticino in merito al polo sportivo. Mi sembrano le prime avvisaglie ad un possibile ricorso che spero non arriver&ag...
26.05.2020
Opinioni

Le FFS promettono di non alzare i prezzi "nei prossimi anni"

La presidente delle FFS Monika Ribar (nella foto) esclude qualsiasi aumento di prezzo per le FFS nonostante la crisi del coronavirus che ha interessato anche le ferrovie ...
11.04.2020
Svizzera

Per Mister Prezzi la sanità e il trasporto pubblico sono troppo cari

Il trasporto pubblico, la sanità e le telecomunicazioni continuano a costare troppo in Svizzera Stefan Meierhans (nella foto), anche conosciuto come “Mister ...
02.03.2020
Svizzera

"Se potessi libererei il macello dai molinari"

Mancano poco più di due mesi alle elezioni comunali e, fra alcune settimane, i ticinesi dovranno scegliere i loro rappresentanti in Consiglio comunale e in municip...
04.02.2020
Ticino