Sport, 20 settembre 2019

Wohlwend e il suo Davos: “Il dopo Del Curto? È facile!”

L’allenatore dei grigionesi ha elogiato la sua squadra, ricordando con piacere gli anni vissuti a Lugano

DAVOS – C’è un’aria nuova dalle parti della Valliant Arena. Dopo un anno complicato, dopo anni e anni vissuti sotto la guida di Arno Del Curto, il Davos ha deciso di voltare pagina, di ripartire quasi da zero, di ricostruire un percorso e una storia affidando la squadra a un head coach giovane e determinato, Christian Wohlwend.

Il 42enne sta già ottenendo buoni risultati in quest’avvio di stagione, visti i 3 punti centrati nelle prime due sfide di campionato. Tre punti conquistati tutti assieme a Lugano martedì sera. “Alla Cornèr Arena abbiamo meritato di vincere, abbiamo fatto di più anche in fase offensiva – ha spiegato – Anche al cospetto di una squadra che ha lavorato
molto bene su tutti i fronti di gioco”.

Arno Del Curto ha segnato un’epoca a Davos, ha fatto la storia. Prendere la sua eredità è un peso?
Non penso che sia così difficile perché la squadra mi aiuta tantissimo. Stiamo lavorando, abbiamo fame e ci divertiamo: sono tutti punti fondamentali e importanti per costruire il nostro cammino. Un cammino che deve portaci ai playoff.

Martedì sei tornato a Lugano, questa volta però ti sei accomodato sulla panchina degli ospiti. È stato particolare?
Lugano resta Lugano, ho vissuto tre anni fantastici. Vicky Mantegazza e Marco Werder restano persone fantastiche, importanti per me.

Guarda anche 

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugan...
05.08.2022
Sport

Lo sport ticinese fa gli auguri alla Svizzera

LUGANO – Un’immagine di Mattia Croci-Torti durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Svizzera con tanto di bandiera elvetica in mano, un’altr...
01.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

C’è il marchio finlandese sulla storia del Lugano

LUGANO - Con l’arrivo di Mikko Koskinen, Oliwer Kaski e Markus Granlund si allunga la lista di giocatori finlandesi ingaggiati dal Lugano. ...
26.07.2022
Sport