Mondo, 06 agosto 2019

Il Cardinale nigeriano: "Gli europei devono smetterla di incoraggiare la partenza dei giovani africani. L'Africa ha bisogno di loro"

In un'intervista pubblicata dal „Catholic Herald“ la scorsa settimana, il cardinale nigeriano Francis Arinze (nella foto), in passato considerato uno dei principali candidati al papato, ha affermato che quando i paesi africani perdono i loro giovani a causa della migrazione, perdono coloro che possono  costruire il proprio futuro.
 
"Il miglior modo in cui i paesi dell'Europa e dell'America possono aiutare l’Africa non è incoraggiando i giovani a venire in Europa facendogli pensare all'Europa come un paradiso - un luogo dove il denaro cresce sugli alberi - ma aiutando i paesi da dove vengono ", ha affermato il cardinale 86enne.
 
"È meglio che qualcuno rimanga nel proprio paese e lavori lì", afferma, pur riconoscendo che ciò non è sempre possibile. Ha anche detto che i capi di governo nei paesi africani con alti tassi di emigrazione dovrebbero esaminare la loro coscienza per determinare perché così tante persone lasciano i loro paesi.
 
"Ogni governo ha bisogno di determinare quante persone può ospitare", ha detto il cardinale. "Non è teoria. È un dato di fatto ", ha detto Arinze. "Dov'è il futuro dei giovani africani: lavoro, vita familiare, cultura, religione? Bisogna pensare a tutto ciò. Accoglierli senza dar loro prospettive non è la soluzione"
 
"Quindi queste sono aspetti che dobbiamo prendere in considerazione quando menzioniamo la parola 'migrante'", afferma Arinze.

Guarda anche 

La Grecia chiede aiuto all'UE per rimpatriare i migranti sul suo territorio

Il ministro della migrazione greco Notis Mitarachi (nella foto) ha dichiarato lunedì di aver chiesto ufficialmente aiuto all'Unione europea per rimpatriare i r...
18.02.2020
Mondo

L’Ue pensa a una tassa sulla carne, "contro il cambiamento climatico”

Una tassa sulla carne per combattere il cambiamento climatico. Ci sta lavorando il Parlamento europeo, sulla base di una proposta presentata da tre europarlamentari ...
17.02.2020
Mondo

"In Europa è vietato dirlo ma l'immigrazione in realtà è un'invasione organizzata"

In occasione di una visita al confine sud dell'Ungheria il primo ministro Viktor Orbán ha dichiarato, a un gruppo di giornalisti presenti, che le descrizioni d...
17.02.2020
Mondo

Sì ad un'immigrazione moderata

Secondo gli ultimi dati statistici dell’anno 2019 gli immigrati sono stati ben 55'000, un numero che equivale alla popolazione del distretto di Locarno, mentre ...
17.02.2020
Opinioni