Mondo, 06 giugno 2019

Denunciano il gallo dei vicini perchè si sveglia troppo presto

Un gallo francese è stato denunciato perchè accusato dai vicini di svegliarsi troppo presto. È successo sull'isola turistica di Saint-Pierre d'Oléron, nel sudovest della Francia, dove una coppia di pensionati non sopportava più i canti mattutini di un gallo di una fattoria vicina. Il processo è stato nel frattempo riportato al 4 luglio per questioni relative agli avvocati, un ritardo che potrebbe permettere di trovare una soluzione amichevole alla diatriba.

Il gallo Maurice (nella foto) non era presente all'udienza di giovedì "per motivi di stanchezza", come non erano presenti i due querelanti.

La curiosa vicenda, riportata dai media francesi, ha nel frattempo scatenato moltissime reazioni nel resto del paese, in parte comprensibili dato che il gallo è uno dei simboli della Francia Tra questi, quella di Bruno Dionis du Sejour, sindaco di Gajac (sud-ovest), che ha annunciato l'intenzione di classificare il gallo dei galli, da lui definiti come “i suoni della campagna francese”, quale "patrimonio nazionale".
/>
Il proprietario di Maurice, Corine Fesseau, ha affermato giovedì mattina a Rochefort, di essere "aperta a qualsiasi dialogo nella misura in cui uno non mi attacca". I querelanti, che lei non conosce, “hanno chiuso le porte a qualsiasi soluzione amichevole" prima del processo. Il suo avvocato Julien Papineau ha anche dichiarato alla stampa prima dell'udienza che "nessuna conciliazione è stata possibile".

Mr. Vincent Huberdeau, avvocato dei querelanti, ha detto invece che i suoi "clienti hanno scritto al sindaco di Saint-Pierre-d'Oléron, Christophe Sueur, di trovare una soluzione amichevole. Hanno cercato la conciliazione. Rivendicano pace e tranquillità. Sono pensionati. Lui era un contadino. Vogliono solo il gallo chiuso di notte. Questa è un quartiere urbano, non siamo in campagna", ha aggiunto.

La sorte di Maurice e, soprattutto, in che misura potrà esprimere le sue qualità canore rimane quindi da vedere e probabilmente sarà il giudice a decidere il prossimo 4 luglio.

Guarda anche 

Asilante a processo con l'accusa di aver ucciso il figlio e ustionato un’anziana

L’atto d’accusa fa rabbrividire. Un 35enne e sua moglie, entrambi congolesi, sono accusati dalla procura vodese di aver brutalmente picchiato il loro figlio p...
23.05.2020
Svizzera

Picchiarono cinque donne fuori da una discoteca, condannati quattro “francesi"

Dopo 23 ore di dibattimenti, alle 3.30 della scorsa notte sono stati condannati quattro uomini, detentori di passaporto francese, che nel 2018 avevano aggredito cinque gi...
21.05.2020
Svizzera

Macron ha perso la maggioranza dei seggi in Parlamento

La République en Marche (Lrem), il partito politico fondato dal presidente francese Emmanuel Macron nel 2016, ha perso la maggioranza assoluta dei s...
21.05.2020
Mondo

Dopo 34 anni in Svizzera, espulso per abusi sessuali, maltrattamenti al figlio e debiti

Dopo 34 anni, un cittadino congolese dovrà lasciare la Svizzera per abusi sessuali, maltrattamenti, debiti e più in generale una scarsa integrazione nel nos...
15.05.2020
Svizzera